SCPokemon
voto: +4+x

“Quindi mi stai dicendo che non possiamo chiudere 826 finché…”

“Finché qualcuno non finisce la trama principale, sì”

“E ancora non sappiamo dove l’SCP si… nasconda, nell'ambientazione.”

“Anche questo è corretto.”

“Che diavolo è successo? Non aveva mai fatto un casino simile finora.”

“Per quanto ne sappiamo, è stata l’interazione tra l’oggetto, il libro e il dispositivo elettronico correlato a causare l’anomalia. Non avevamo mai fatto esperimenti con 826 e materiali relativi a uno stesso argomento in formati diversi.”

“… Dannazione. E ora?”

“Suggerisco che venga effettuata un’incursione per recuperare l’oggetto. Tuttavia, a causa della natura dello scenario, potrà essere inviato solo un Agente alla volta. Abbiamo mandato una squadra di tre uomini e sono saltati in aria.”

“Eh?”

“Comunque, si è scoperto che possiamo trattenere degli oggetti inorganici presi dalla ambientazione e conservarli nel nostro mondo per un tempo indefinito. Sebbene crediamo che essi finiranno per degradarsi e svanire quando lo scenario sarà concluso, suppongo che questo ci fornisca un… come dire… trucco per riconquistare SCP-826.”

“… che tipo di "oggetti inorganici"?”

“Venga con me, per favore. Abbiamo dei preparativi da mettere in atto.”


Il dottor Django Bridge si era offerto di ospitare i Fermalibri presso il suo Sito per un po'. Sebbene il Sito 66 sia indicato come Sito Biologico, esso ospita abitualmente oggetti SCP animati di varia natura, organici e inorganici. Naturalmente, il Dr. Bridge aveva fatto questo aspettandosi che gli altri ricercatori avrebbero tenuto la propria roba lontana dalla sua. E naturalmente alla fine tutto va a farsi fottere.

“Non sono un Agente. Perché devo essere io a…”

“Nel passato lei si è dimostrato un esperto per quanto riguarda le circostanze attuali in cui si trova l’oggetto.” disse l’assistente ricercatore dai capelli rossi.

Bridge veniva condotto lungo il corridoio da diversi Agenti e dall'Assistente Ricercatore Steve, verso l’area inutilizzata all'interno del Sito.

“Questo non ha alcun senso. Cosa avete fatto al mio sito?!” Bridge era furibondo.

“Ascolti, io sto soltanto leggendo un copione, il ricercatore per cui lavoro vuole che lo faccia lei.” Svoltarono un angolo e raggiunsero la porta di una camera per sperimentazione.

“Non so nemmeno cosa voialtri stiate facendo.”

“Ehm, mi dispiace. Si limiti a prendere le istruzioni e lo zaino.” E con ciò un grosso zaino fu appioppato tra le braccia di Bridge da un Agente e gli fu messo in mano un pezzo di carta.

“… Va bene. Sia quel che sia. Ok, compirò la vostra cazzo di missione.”

E mentre tutti gli altri perdevano tempo, Bridge guardò il portale. Un riquadro di luce bianca che si apriva sull'ignoto casino dall'altra parte. Fece un respiro profondo e poi un lungo sospiro. Certo, aveva fatto dei pasticci qua e là. La cazzata con la lucertola e il biglietto, sì, quella era stata una pessima mossa. Fare foto al Verme delle Nascite mentre indossa cappelli strani? Sì, ok, quello è stato stupido. Ma cosa DIAVOLO aveva fatto di male per meritare questo?

Oh, bene. Dopo diversi minuti di timore e riflessione, si infilò lo zaino e attraversò la soglia.


“Allora, perché dev'essere il tipo che ha fatto stronzate col biglietto ad andare a prendere l’oggetto?” L’Agente Dodridge stava appoggiato a una parete, seguendo i monitor che seguivano Bridge.

“Eh, che può succedere di male? Nel migliore dei casi, tutto e tutti tornano indietro illesi. Nel peggiore, lui muore.” L’Agente Lament scrollò le spalle. Si sedette alla scrivania e si mise comodo.

“Sì, ma non avrebbe fatto di meglio uno di noi? Questo tipo è un cazzo di… archivista? Stando alla sua scheda.”

“Diamogli un contentino. Ne sarà contento, se sopravvive.”


Bridge aprì gli occhi e si guardò intorno. Una camera da letto; un letto in un angolo, un computer… Un televisore e un Super Nintendo posizionati in mezzo alla stanza, questo è un po’ strano. Scrollò le spalle. Delle scale in un angolo della camera. Cosa…? Va beh.

Scese le scale, notando una donna vicino a un tavolo. Ok, non sembra ostile.

“… salve?” Toccò la spalla della donna. Questa si girò e sorrise.

“Ascolta! Prima o poi tutti i giovani vanno via di casa. Lo dice anche la TV! Il nostro vicino, il Prof. Oak, ti sta cercando.”

Si bloccò per un istante, guardando la donna, prima di correre fuori dalla parta principale per guardarsi intorno. Un edificio più grande sulla sinistra, dei campi spogli sulla destra, una bassa staccionata di fronte a lui, dell’acqua più avanti. Si tolse lo zaino e finalmente lesse l’informativa sulla missione che Steve gli aveva dato.

Dr. Bridge, qui dentro troverà l’equipaggiamento specifico per la missione, una fotografia di SCP-826 e un pranzo al sacco. Per favore, recuperi SCP-826 il prima possibile e faccia in modo che nessuno degli oggetti forniti vada completamente distrutto. Se le nostre teorie sono corrette, in caso di "game over" lei morirà.

- Agente Lament

Nella sacca c’erano sei sfere bianche e rosse, numerate da 1 a 6.

“… La mia missione è una Nuzlocke di Pokémon Rosso con una squadra truccata. Cazzo, sì!” Si girò e iniziò ad andare verso nord, mettendo un piede nell'erba che gli arrivava al ginocchio.

“Ehi! Aspetta! Non andare!” Si fermò e si girò, vedendo un uomo anziano con un camice da laboratorio che lo raggiungeva. “È pericoloso!” “Se ne vada…” “Nell'erba alta vivono Pokémon selvatici! Hai bisogno di Pokémon tuoi che ti proteggano!” “Davvero, io non…” “Fidati di me!” “Fermo…” “Seguimi!” “No, maledizione-”

Oak trascinò Bridge fino al proprio laboratorio, vicino a un ragazzino accigliato. “Nonno! Non ne posso più di aspettare!” “Gary? Fammi pensare… Ah! Ora ricordo! Ti ho chiamato io! Un momento! Guarda, Django…”

Bridge ignorò le battute, battendo il piede con impazienza. Appena Oak smise di parlare, si girò per andarsene.

“Aspetta, Django! Proviamo i nostri Pokémon! Coraggio! Ti sfido!”

Con una luce abbagliante, un Charmander apparve di fronte a Bridge. Quest’ultimo prese la Sfera n.1 dalla sua cintura e…

Un lampo luminoso; un lampo rosso; apparve un’enorme cosa torreggiante. Una vela dorsale lungo la schiena; la bocca piena di enormi denti rossi e lucidi; un muso cieco, privo di occhi; una bocca immobile, che rideva con molte voci.

“… Oh mio Dio.”


“Cosa cazzo…” I respiri di Dodridge erano smozzicati.

“Credo che sia quello a cui abbiamo sparato fuori i polmoni. Nel mondo del gioco non ucciderà Bridge. Penso.”

“… Davvero? DAVVERO?”


La cosa rise in faccia a Charmander, urlando in quattro voci distinte. A Charmander vennero i brividi, poi quest’ultimo saltò e gli graffiò il muso.

PREPOTENZA di SCP-939 riduce l'ATTACCO di CHARMANDER nemico!
Cala l'ATTACCO di CHARMANDER nemico!
CHARMANDER nemico usa GRAFFIO!

Comandi di gioco telepatici. È ora di inventarsi qualche stronzata.

"Sgranocchio!”


“Beh, quello è stato violento.” commentò Lament.

“Cosa cazzo ti aspettavi? Che altro poteva usare?!”


Tre ore dopo, Bridge stava vagando per Celestopoli, nel Centro Pokémon. Infilava la testa in ogni edificio, guardava in ogni scaffale, in ogni PC, ma 826 non c’era. Quello che AVEVA, però, era la medaglia Sasso. Sherman si era preso cura di Brock.

Entrando nella Palestra, lanciò una sfera nella piscina. Tre minuti dopo usciva dall'edificio, con Bob che saltellava dietro di lui. Al Ponte Pepita!


“Se la sta godendo un po’ troppo.”

“Dai, lascia che si diverta.”

“No, guardalo! Questi sono crimini di guerra. Si sono sciolti!”


Altre tre ore e Bridge usciva dalla palestra di Azzurropoli, con Lazerbeak che lo seguiva, planando.

“Sei cazzuto, Laze. Come fai a conoscere Alacciaio? Non si usava prima della Generazione 2.”

“SCRAW!”

“Che verso orribile.”


“Perché lo ascoltano?”

“Che ne so.”

“No, quella cosa non si muove nemmeno, prima di notte. Come si farebbe a prenderne uno? Zerosettantacinque è un Keter a rischio elevato, molto elevato. Che cazzo gli è preso a questi Dottori?”

“Onestamente non ne ho idea. Non sono stato io a mettere insieme i moduli. Steve ha lanciato un po' di dadi e ha usato i numeri per scegliere cosa ‘requisire per sperimentazione’.”
“… Steve, maledetto.”


Bridge uscì dalla palestra di Zafferanopoli sulle spalle di Pazuzu. Il cadavere, disseccato e tremante si contorceva per gli spasmi, ignorato da Bridge e dal resto dell’enorme bestia aracnoide.

“Ottimo lavoro, Pazuzu. Cazzo, hai decapitato ’Zam con quella Forbice X finale. Non sono affatto sorpreso che tu sia di tipo Coleottero-Buio. Diamine, inutile chiedere come mai i tuoi attacchi precorrano i tempi. Continua a prenderli a calci in culo e basta.”

“Hhh…” rantolò il cadavere. “Sh-K!-sss” stridette il ragno.

Uscirono dalla città cavalcando, diretti al Percorso 19.


“… Maledizione. Si è mangiato il mimo, cazzo.” Dodridge affondò nel suo posto a sedere.

“Mr. Mime, per essere del tutto precisi.”

“Taci. Taci e basta. Mi viene da vomitare.”


“… Chissà… ” Bridge si sporse oltre il bancone del Centro Pokémon dell’Isola Cannella, aspettando che la macchina finisse di curare le creature. Quelli della Palestra di Blaine erano dei dilettanti.

“… fanculo.” Afferrò le sfere e si diresse all'esterno, facendo uscire Lazerbeak perché lo portasse in volo fino a Smeraldopoli. Dopo aver raggiunto il Centro Pokémon, si diresse a nord e vide un tizio quasi completamente pelato, disteso sul terreno.

“Oh! Dopo il caffè mi sento meglio! Certo che puoi passare! Sei di fretta?”

“No.”

“Vedo che hai un Pokédex. Q̨ưando͝ ͠pre̛ndi ͡ùņ ̶Po͟kémon ͞i͟l̶ tuo ̨P̨okéd͜ex ̵sarà͠ a͝uto͟m͠atic͢am͡ęn̨t̸ę ag̨g͠iorna̧t͢o͞.͡ C̵̨͜o̴sa͞?̵̛̀ ̴͘N҉͜o̴͠n͠ ͏s̀͠a̷͢͞i̡͢ ͜͝ç̷̧o͘m̢͠è̵̶ ҉c̶̨͘a͘t̡͡͠t͝u͢҉̵ra͟͠re ̛҉ì P̧͟ơ͘k̨ę̴́m̢͠on̛͘?̛̀ ̶́͞T̸̢͟i̡͟ ̡i̡n̴̛͞ş͝egn̨er͏͘ò ̶i͜o͏̛!̸̡̀”

Bridge sospirò e attese. Un brivido gli percorse la spina dorsale…

“Un momento, perché il cielo si fa così buio…?”

Appare un WEEDLE selvatico!
Lotta
Strumenti
Pokéball x50
SCP-106 | VECCHIETTO usa POKé BALL!
Benissimo! WEEDLE è stato catturato!

“Oh merd…”

L’uomo tremolò e si girò a guardare Bridge; era sudicio, con un orribile ghigno affilato; i capelli erano unti, rancidi, fetidi di morte. Fluttuava poco al di sopra del suolo, mentre dell’icore nero gocciolava per terra, sibilante e caustico come miriadi di incubi.

“Į̧n̨n̴̨á͜͞n̨͝z̵̸͘͢͡i͡҉̵̛t̢҉͡u̡̕͜t́͠t̸̨̨o͏҉̧ ̶͢d̨҉̛e̛͟v̶̡̨͠͝i̶̧̕͜͞ ̸̢̛i̶͝n̨͜d҉҉͡e͟͜͡b̶̀͟o̶̧̡̢͢l̡̕í̷͢r̡̢͠͠e̢̕͝ ̢͡ì̸̷l̕͢͜͡ ̴̸̛̀͢P͘͢͠o҉k̵̛̀͞é̸̢͡ḿ̷̵̛o҉͞n̵͜͟ ̧̕n̡͘͜è̀̕m̀͏i҉̨̨c̴͢͏͢o̸̧͢͡͞”

“… No!”

Bridge montò su Lazerbeak e volò via da quella cazzo di situazione, di nuovo all'Isola Cannella. Poi si diresse alla battigia, lanciò in acqua Welker e gli salì in groppa.

Nuotarono per qualche minuto su e giù lungo la costa. Poi… accadde qualcosa. Senza alcun avvertimento, il cielo si oscurò e un’alta colonna, composta da codice difettoso, prese forma di fronte a Bridge e Welker.

Appare MISSINGNO. selvatico!
PREPOTENZA di WELKER riduce l'ATTACCO di MISSINGNO. nemico!

“Andiamo a rimettere in custodia Theta-Prime.” mormorò Bridge con un sogghigno, saltando nell'acqua bassa. Welker iniziò a canticchiare delle filastrocche, mentre i denti rilucevano sempre più rossi; anche il glitchmon cominciò a splendere di un bagliore violento.


“Cosa cazzo era quello.” Dodridge impallidì.

“Non dirmi che non te l’aspettavi.” sospirò Lament, appoggiandosi col gomito sulla scrivania.

“ … Cos'ha… no. Sta combattendo la matematica! intimidito la matematica.”

“Sto verificando sulla rete della Fondazione se c’è stata qualche violazione di contenimento. Resta lì e fammi cercare 106.”


Due ore dopo, Bridge uscì dalla Palestra di Smeraldopoli, seguito da Johnny. La città bruciava, mentre nel cielo si formavano delle piccole fessure. Glitchmon distorti filtravano attraverso di esse. Il Vecchietto non si vedeva da alcuna parte.

“Benzina.”

“No.”

“BENZINA.”

“Johnny, ritorna, smetti di lamentarti. Ce ne stiamo andando da qui.”


“… lui…”

“Guarda e basta.”

“Lui ha appena…”

“Sì, ok. Zitto. Niente su 106. Non s’è nemmeno mosso.”


“Finalmente…” Bridge alzò lo sguardo sull'edificio monumentale che aveva di fronte. Dieci ore di fila nel gioco. Era stanco, affamato e doveva pisciare. “La Lega Pokémon. Grazie per aver sbaragliato Via Vittoria, Welker.”

“Grazie per aver sbaragliato Via Vittoria, Welker.”

“Taci.”

“Taci.”

“No, tu.”

“No, tu.”

“Bahahah”

Bahhahaha!

“Ok, cazzo se era terrificante questa.”


“Dobbiamo incenerire quella cosa.” Dodridge colpì il tavolo con un pugno, tenendo lo sguardo fisso sullo schermo.

“Cosa, Welker?”

“TU CHE NE PENSI?”


“Benvenuto alla Lega Pokémon!” Una donna con gli occhiali salutò Bridge, dopo aver superato una porta e un punto ristoro. La stanza era gelida e conteneva soltanto un pontile galleggiante su una piscina molto, molto profonda. “Sono Lorelei dei Superquattro!”

Bridge sospirò, lanciando una Poké Ball. Sì aprì con un lampo, mentre il pontile scricchiolò sotto il peso formidabile di Bob.

“Nessuno conosce i Pokémon tipo ghiaccio come me!” rise Lorelei. “Le mosse di tipo ghiaccio sono potentissime! I tuoi Pokémon saranno in mio potere dopo che saranno congelati! Ahahah! Cominciamo?”

Bob, usa Acido.”

BOB usa ACIDO!
LORELEI SUPERQUATTRO manda in campo DEWGONG!
Brutto colpo! DEWGONG nemico è esausto!
LORELEI SUPERQUATTRO manda in campo SLOWBRO!
Brutto colpo! SLOWBRO nemico è esausto!
LORELEI SUPERQUATTRO manda in campo JYNX!
Brutto colpo! Non è molto efficace…
JYNX nemico è esausto!
LORELEI SUPERQUATTRO manda in campo LAPRAS!
Brutto colpo! LAPRAS nemico è esausto!

Un Dewgong apparve in un bagliore e si tuffò nell'acqua. Bob fece altrettanto, immergendosi tra i ponteggi. L’acqua iniziò ad offuscarsi; il pontile iniziò a scricchiolare. Poco dopo, Dewgong galleggiò fino alla superficie e ritornò nella sua sfera. Un altro lampo di luce e un tonfo di lato, mentre Cloyster si serrava, tuffandosi; in breve anche lui tornò da Lorelei in un chiarore rosso.

Il pontile iniziava ad affondare. Il Jynx di Lorelei lanciava Geloraggi argentei nell'acqua e ondate di energia telecinetica scuotevano la piscina; né gli attacchi di Ghiaccio, né quelli di tipo Psico riuscivano a colpire la lumaca incredibilmente veloce. Rapidamente i ponteggi cedettero sotto Jynx ed esso cadde in acqua. Un’altra esplosione di luce rossa, poi bianca, poi ancora rossa, mentre il Lapras di Lorelei si abbatteva tra i resti dei ponteggi che affondavano.

Bridge si tese e cominciò a camminare verso la porta successiva, quindi a correre. In una manovra dell’ultimo secondo alla Indiana Jones, scivolò sotto la porta che si stava chiudendo, entrando da Bruno, e fece rientrare Bob nella sua Poké Ball.

“Mi dispiace darti una doccia fredda, ma ho altri posti dove andare.”


“Io lo ammazzo.” Dodridge aveva un tremito agli occhi.

Lament scoppiò a ridere.

“Prendo e lo ammazzo nel sonno.” Tremito spasmodico.

“Mi irrita di più la scelta degli attacchi. Zerosettantacinque è caustico, non acido.” rimuginò Lament.

“C’è qualche cazzo di differenza?”

“Shh… shh. Lascia la parte scientifica a me, Jason, è meglio così.”


“Sono Bruno dei Superquattro!” urlò l’uomo che sedeva a torso nudo in mezzo a una stanza piena di rocce e di terra. “Con un rigoroso allenamento, le persone e i Pokémon possono rinforzarsi senza limiti!”

Bridge lanciò la sfera di Sherman. Un’esplosione di luce bianca, e con un fruscio di foglie la sua metà dell’arena si riempì di un enorme fascio di legna.

“Ho allenato i miei Pokémon con i pesi!” Un Onix eruppe dal terreno. Onix è di tipo Roccia/Terra.

“Django! Ti annienteremo con la nostra forza sovrumana! Ahahah!”

“Sherman, Foglielama!” ordinò Bridge.

SHERMAN usa FOGLIELAMA! È superefficace!
ONIX nemico usa RAFFORZATORE! Cresce la DIFESA di ONIX nemico!
SHERMAN usa FOGLIELAMA! È superefficace!
ONIX nemico è esausto!
BRUNO SUPERQUATTRO manda in campo HITMONCHAN!
HITMONCHAN nemico usa FUOCOPUGNO! È superefficace!
SHERMAN basta! Rientra! Dai! JOHNNY!
JOHNNY usa MARCHIATURA!
Brutto colpo! HITMONCHAN nemico è esausto!
BRUNO SUPERQUATTRO manda in campo HITMONLEE!
HITMONLEE nemico è esausto!
BRUNO SUPERQUATTRO manda in campo ONIX!
Non è molto efficace… ONIX nemico è esausto!
BRUNO SUPERQUATTRO manda in campo MACHAMP!
JOHNNY, basta! Rientra! Dai! LAZERBEAK!

Dato che le foglie tagliano la roccia, il serpente di pietra danneggiato ritornò dal suo allenatore. L’abbozzo di un pugile in pantaloncini rosa sfondò con un pugno l’ammasso di legna, per poi finire con l’essere incenerito da un’ondata non dissimile da una supernova. Un blemme acefalo con le gambe elastiche e un secondo serpente di pietra seguirono il loro amico in un oblio bruciato. L’Uomo Bruciante si limitava a incenerire ogni cosa, in quella che può solo essere descritta come eccessiva ritorsione proattiva.

Un bagliore metallico e il tonfo dei muscoli sulla roccia, così i combattenti finali onorarono il campo con la loro presenza. Lazerbeak, il falco di metallo, si sollevò in volo; Machamp, il campione di Bruno, fletté i muscoli mettendosi in posizione difensiva.

LAZERBEAK è volato in alto!
MACHAMP nemico usa FOCALENERGIA! MACHAMP nemico si sta gonfiando!
LAZERBEAK usa VOLO!
È superefficace! MACHAMP nemico è esausto!

Con un rumore simile a un incidente d'auto, l’uccello robotico si schiantò contro il sosia di Goro, lanciandolo dall’altra parte dell’arena.

“Il mio compito è finito! Va’! Un’altra sfida ti sta aspettando!” grugnì Bruno voltando le spalle a Bridge.

“Beh, vaffanculo pure a te. Vieni Laze, andiamo a prendere a calci nel culo una certa vecchiarda.”

“SCRAW!”


“Non ci credo.” L’Agente Dodridge crollò su una sedia; aveva rinunciato da molto a cercare qualche senso in tutto ciò.

“Sì, tutta l'ambientazione è incasinata. Probabilmente ha a che vedere con il fatto che sta pescando tra le mosse di ultima generazione per creare gli attacchi degli SCPokémon… Questo spiegherebbe perché Novecentoquaranta possa usare Forbice X e Quattrocentocinquantasette possa usare Marchiatura, quando nessuna di queste mosse era stata ancora introdotta nella serie.”

Dodridge fissò Lament; Lament ricambiò, con lo sguardo perso.


“Sono Agatha dei Superquattro.” chiocciò una donna anziana, che sedeva su una lapide davanti a Bridge.

“Oak sembra molto interessato a te, ragazzo!” “Non sono un ragazzo…” “Molti anni fa quel vecchio inutile era forte e affascinante!” “Ah, beh.” “Ora vuole solo smanettare con il suo Pokédex! Ma ha torto! I Pokémon devono lottare!”

Bridge prese cautamente una sfera dalla sua cintura. Odiava Gengar.

“Django! Ti farò vedere io come lotta un vero allenatore!”

Le luci si abbassarono. Una enorme cosa d’ombra viola con rossi occhi lucidi emerse dall'ombra di Bridge.

Pazuzu, scelgo TE!” gridò Bridge, lanciando in aria la Poké Ball. Un lampo; apparve Pazuzu. Un cadavere disidratato, magro ed emaciato, trasportato da enormi zampe da ragno appuntite come spilli e coperte di occhi.

GENGAR nemico usa OMBRA NOTTURNA!
Non è molto efficace…
PAZUZU usa NOTTESFERZA!
Brutto colpo! È superefficace! GENGAR nemico è esausto!
AGATHA SUPERQUATTRO manda in campo GOLBAT!
GOLBAT nemico usa ATTACCO D’ALA! È superefficace!
PAZUZU usa NOTTESFERZA!
Brutto colpo! GOLBAT nemico è esausto!
AGATHA SUPERQUATTRO manda in campo ARBOK!
PAZUZU usa SBIGOATTACCO!
ARBOK nemico è esausto!

Lampi oscuri saettavano contro Pazuzu, che non facevano altro se non irritare l'uomo-ragno infernale. Questi balzò nell'ombra, raggiungendo silenziosamente il fianco di Gengar e facendolo a pezzi con gusto; dagli artigli di Pazuzu scoccavano scintille di luce violacea. Un Golbat sostituì lo spettro; mentre attaccava di sorpresa Pazuzu con un colpo d’ala, il ragno si mosse per squarciare ancora, fendendo di netto in due l’orribile bocca volante. Un istante dopo, un cobra gigantesco sollevò la testa dietro Pazuzu, solo per essere contrattaccato con una rovesciata dal cadavere.

AGATHA SUPERQUATTRO manda in campo HAUNTER!
PAZUZU usa SBIGOATTACCO! Attacco fallito!
HAUNTER nemico usa IPNOSI!
PAZUZU è addormentato!
HAUNTER nemico usa MANGIASOGNI!
Non ha effetto su PAZUZU… PAZUZU si è svegliato!
PAZUZU usa NOTTESFERZA!
Brutto colpo! È superefficace!
HAUNTER nemico è esausto!
AGATHA SUPERQUATTRO manda GENGAR!
PAZUZU usa SBIGOATTACCO!
È superefficace! GENGAR nemico è esausto!

Per un attimo cadde il silenzio dopo che Golbat ritornò da Agatha. Pazuzu percorse il perimetro del campo, muovendosi abilmente attorno alle lapidi, per poi cadere nel sonno. L’Haunter apparve e provò a mordere la testa del cadavere; subito gemette di paura quando il ragno si svegliò e lo inchiodò al muro, arrampicandosi nell'oscurità. Quando apparve l’ultimo Gengar, Pazuzu gli piombò addosso, impalando lo spettro con tutte e otto le zampe.

“Hai vinto! Ora capisco cosa ha visto in te quel vecchio inutile! Non ho altro da dirti! Vai avanti ora, campione!”


“Madre di Dio.”


“Django! Ah! Ho sentito parlare di te!”

“Sì, sì, Lance l’allenatore drago, Bla bla…” mugugnò Bridge. Si guardò intorno nella penultima sala. Enormi statue di draghi indefiniti adornavano le pareti, con luminarie d’ottone pendenti dal soffitto. Appena visitò l’ambiente, gli passò per la testa di sfuggita una citazione.

“Preferenza. Preferenza implica che non si tratti di una regola ferrea, ma solo di una tendenza comportamentale prevalente che un oggetto creativo mostra in una specifica situazione durante gli esperimenti.” mormorò fra sé Bridge; l’attimo dopo colse un baluginio grigio-argenteo contro le pareti bronzee dietro Lance. I Fermalibri.

“I draghi sono Pokémon mitici! Sono difficili da catturare e allenare ma hanno forze superiori! Sono praticamente invulnerabili! Bene, sei pronto a perdere? La tua sfida con la Lega finisce con me, Django!”

La battaglia ebbe inizio.

LANCE SUPERQUATTRO manda in campo GYARADOS!
Vai! WELKER!
PREPOTENZA di GYARADOS nemico riduce l'ATTACCO di WELKER!
PREPOTENZA di WELKER riduce l'ATTACCO di GYARADOS nemico!
GYARADOS nemico usa IPER RAGGIO!
Attacco Fallito!
WELKER usa SGRANOCCHIO! Brutto colpo!
GYARADOS nemico usa FULMISGUARDO!
Attacco Fallito!
WELKER usa FULMINDENTI!
È superefficace! GYARADOS nemico è esausto!

939 si arrampicò su Gyarados, mentre ciascuno dei mostri spaventava in qualche modo l’altro con le terrificanti fauci. Un Iper Raggio lanciato a tradimento sfondò il soffitto, mentre Welker affondò un morso nella gola di Gyara, infliggendo al serpente una scarica elettrica; seguì poco dopo un impulso ancora più forte e il serpente cadde.

LANCE SUPERQUATTRO manda in campo DRAGONAIR e DRAGONAIR!
WELKER, bene! Rientra! Dai! PAZUZU e SHERMAN!
DRAGONAIR nemico usa IRA DI DRAGO!
DRAGONAIR nemico usa IRA DI DRAGO!
PAZUZU usa RIMBALZO! SHERMAN usa FOGLIELAMA! Brutto colpo!
DRAGONAIR nemico usa AGILITÀ! DRAGONAIR nemico usa AGILITÀ!
Cresce la VELOCITÀ di DRAGONAIR nemico!
PAZUZU usa RIMBALZO! Brutto colpo! SHERMAN usa VERDEBUFERA!
DRAGONAIR nemico usa SCHIANTO! DRAGONAIR nemico usa SCHIANTO!
PAZUZU usa FORBICE X! SHERMAN usa RADICALBERO! Brutto colpo!
DRAGONAIR nemico è esausto! DRAGONAIR nemico è esausto!

I Dragonair gemelli strisciarono via dalla zona illuminata, vomitando un fuoco azzurro sfolgorante. Welker svanì, sostituito da Pazuzu, l’orrido mostro-ragno-cadavere che ansimava spasmodico, e Sherman, il gigantesco ammasso di legna. Immediatamente la marionetta balzò fuori tiro e si aggrappò al soffitto, mentre Sherman urlò, lanciando foglie affilate come rasoi in tutte le direzioni. I Dragonair, feriti gravemente, strisciarono sincronizzati, muovendosi sempre più rapidi fino a diventare due macchie argentee sfocate… finché Pazuzu non li impalò entrambi al pavimento e Sherman li investì come un ciclone di conifere inarrestabile. In un ultimo sforzo disperato, i serpenti colpirono all’unisono il ragno e la catasta con le loro code, prima di essere tagliuzzati e ridotti in poltiglia.

LANCE manda in campo AERODACTYL!
PAZUZU e SHERMAN, bene! Dai! LAZERBEAK!
AERODACTYL nemico usa MORSO! Non è molto efficace…
LAZERBEAK usa ALACCIAIO! È superefficace!
AERODACTYL nemico è esausto!

Lo ptero-drago di pietra si scontrò contro il falco di bronzo e acciaio, mordendolo. Ahi! Il falco, con un colpo d’ala, mozzò di netto la testa di Aerodactyl. Che fiasco!

LANCE manda in campo DRAGONITE!
LAZERBEAK, Ok! Rientra! Dai! BOB!
DRAGONITE nemico usa IPER RAGGIO! Brutto colpo!
BOB usa SCUDO ACIDO!
DRAGONITE nemico deve ricaricarsi!
BOB usa GIGAIMPATTO!
DRAGONITE nemico è esausto!

Una raffica di energia, incredibile, accecante, spazzò la scena, scavando un fosso nel pavimento - la lumaca nemmeno se ne accorse. Piuttosto, era impegnata a… sudare. Il Dragonite cadde su un ginocchio, prendendo fiato, esausto per lo sforzo… per poi finire decapitato brutalmente dalla lumaca, che si era lanciata come una cannonata attraverso il campo, con tutto il suo peso e la sua bava caustica, sciogliendo il cranio del drago, quello di Lance e facendo un buco nella porta dietro di lui.


L’Agente Dodridge rimase seduto lì, privo di espressione, a guardare lo schermo per svariati secondi. Si alzò di scatto, con un grugnito irritato, e rovesciò il tavolo.

“Vado a farmi quella gnocca di mia moglie. Fa’ rapporto a questo perdente. Ci si becca dopo.” disse a Lament.

“Dai, non te la prendere. Non è colpa sua se Charizard non è un vero drago.”

Dodridge si girò e uscì dalla stanza coi pugni serrati. Non aveva mai spazzato via Lance così. Aveva sempre sprecato quindici o venti Revitalizzanti Max sulla sua squadra. Non è giusto. Non è giusto!


Il dottor Bridge abbassò lo sguardo sui Fermalibri. Tra loro era posizionata una copia della cartuccia del gioco Pokémon Versione Rossa e la Guida Strategica Ufficiale di Pokémon Rosso e Blu. La missione diceva di prendere tutto e andar via… ma era così vicino ad essere il migliore, come nessuno è riuscito mai…

Welker forzò la porta finale, aprendola, e Bridge fece un passo oltre. La stanza era molto più grande all'interno, con il cielo notturno a farle da soffitto; un vero stadio, un colosseo, gli si apriva davanti, con una sola figura sotto i riflettori.

“Ehi! Ero ansioso di rivederti, Django! Il mio rivale deve essere forte per tenermi testa!”

Bridge rifletté silenziosamente su quale sarebbe stato il modo più rapido per vincere.

“Django! Sai cosa significa questo? Te lo dico io! Sono l’allenatore migliore del mondo!”

“No.”


L’Agente Lament si mise comodo, alzò il volume della postazione e si aprì una coca. Questa sarebbe stata bella.


GARY CAMPIONE vuole lottare!
GARY CAMPIONE manda in campo PIDGEOT!
Vai! LAZERBEAK!
PIDGEOT nemico usa ATTACCO D’ALA! Non è molto efficace…
LAZERBEAK usa ALACCIAIO!
PIDGEOT nemico usa ATTACCO D’ALA! Non è molto efficace…
LAZERBEAK usa ALACCIAIO!
PIDGEOT nemico è esausto!

I due uccelli volarono uno attorno all'altro, gettandosi in picchiata per attaccarsi l’un l’altro con le ali; Lazerbeak affondò un colpo proprio sul muso di Pidgeot, sfondandogli il becco e lanciandolo contro il muro.

GARY CAMPIONE manda in campo ALAKAZAM!
LAZERBEAK, basta! Rientra! Dai! PAZUZU!
PAZUZU usa SBIGOATTACCO! È superefficace!
ALAKAZAM nemico è esausto!

Pazuzu si slanciò verso Alakazam mentre quest’ultimo preparava un attacco Psichico, trapassandolo con tre delle zampe a forma di lancia e tagliandolo in due.

GARY CAMPIONE manda in campo RHYDON!
PAZUZU, ritorna! Dai! SHERMAN!
RHYDON nemico usa PERFORCORNO! Attacco Fallito!
SHERMAN usa RADICALBERO! È superefficace!
RHYDON nemico è esausto!

Rhydon caricò in avanti, con il micidiale corno che ruotava inutilmente attraverso Sherman. Gli sterpi si sparpagliarono per un attimo, dispersi dall'inerzia del corno; poi si riunirono di colpo, e schiacciarono la bestia sauriforme sotto l’intera catasta di legna da una tonnellata.

GARY CAMPIONE manda in campo GYARADOS!
SHERMAN deve ricaricarsi!
GYARADOS nemico usa IDROPOMPA! Non è molto efficace…
SHERMAN, basta! Rientra! Dai! BOB!
BOB usa GIGAIMPATTO!
GYARADOS nemico è esausto!

Le frasche lottavano per cercare di radunarsi di nuovo, mentre l’enorme serpente marino inondava il campo con una fiumana incredibile d’acqua. Annaspando e imprecando, Bridge richiamò Sherman nella sua Poké Ball e lanciò in acqua Bob, aspettando un momento che si svegliasse per impattare sulla bocca su tutto il corpo di Gyarados.

GARY CAMPIONE manda in campo EXEGGUTOR!
BOB deve ricaricarsi!
EXEGGUTOR nemico usa PESTONE!
BOB, rientra! Dai! JOHNNY!
JOHNNY usa MARCHIATURA! È superefficace!
EXEGGUTOR nemico è esausto!

Bob si incastrò nel terreno, rimanendo inerme mentre Exeggutor lo calpestò senza alcun effetto. La palma si controllò il piede, credendo che la lumaca fosse morta, prima di venire completamente e istantaneamente incenerito dalla fame furiosa di Johnny.

GARY CAMPIONE manda in campo CHARIZARD!
JOHNNY, rientra! Dai! WELKER!
PREPOTENZA di WELKER riduce l'ATTACCO di CHARIZARD nemico!
CHARIZARD nemico usa FUOCOBOMBA! WELKER è scottato!
WELKER usa FULMINDENTI! È superefficace! La scottatura brucia!
CHARIZARD nemico usa LACERAZIONE! Brutto colpo!
WELKER usa SGRANOCCHIO!
CHARIZARD nemico è esausto!

Il Charizard e 939 si guardarono fisso, il drago rabbrividiva al ricordo della loro prima battaglia. Welker iniziò a cantare delle ninnenanne e Charizard si paralizzò dal terrore per un attimo. Il brivido lasciò il posto a un ruggito, e il tentennamento alla rabbia; il primo Pokémon di Gary lanciò verso Welker una potente stella fiammeggiante a cinque punte, che colpì la bestia cremisi come un autotreno.

Avvolto dalle fiamme, Welker balzò addosso al drago, azzannandolo con la bocca piena di saette. Charizard replicò con un graffio che fendette via un lembo di carne da Welker; il demone bruciante reagì con un morso da predatore, masticandogli il cranio. Charizard cadde.

“NO! Non può essere!Hai sconfitto il mio miglior-”

Bridge recuperò Welker e si girò per andarsene, raccogliendo al volo 826 prima che il programma del gioco gli facesse raggiungere la schermata di “Fine”.


Il dottor Bridge mise piede fuori dalla soglia, reggendo una cintura di SCPoké Ball e i Fermalibri. Due Agenti si precipitarono dentro, uno gettò la cintura in un contenitore ad alta sicurezza e l’altro posizionò con cura i Fermalibri su un carrello. L’agente Lament stava in piedi in disparte, aspettandolo.

“Ottimo lavoro, Dottore.” L’Agente Lament gli strinse la mano. “Se l’è cavata molto bene.”

“Grazie, Lament. Com'erano i soprannomi?”

“Fantastici.”

“Diventerò un mostro aracnoide?”

“No di certo!”

Si diedero il cinque.


Più tardi, quella sera, Bridge sedeva di nuovo nel suo ufficio, a rilassarsi. Ad ascoltare. A guardare le riprese della sicurezza sul suo computer.

Mise una mano in tasca, silenziosamente, e poggiò sulla sua scrivania un piccolo oggetto sferico. Premendo un pulsante, esso si espanse fino alle dimensioni di un’arancia.

Perché, beh… aveva sì una squadra truccata. Ma nessuno aveva detto che non potesse avere anche uno starter!

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License