Gruppi d'Interesse della Fondazione Francofona
voto: +5+x
blank.png


logo-scp.svg
GRUPPI
D'INTERESSE
FRANCOFONI
logo-scp.svg

Prefazione: La filiale francofona della Fondazione si occupa anche di gruppi d'interesse rivali, le cui attività si concentrano più in generale (ma non esclusivamente) nei territori di lingua francese. Al fine di permettere ai ricercatori di aver accesso ai loro dati, questa pagina deve essere regolarmente aggiornata man mano che la Fondazione ottiene ulteriori informazioni su queste organizzazioni.


L'Associazione degli Amici dell'Anomalo

Logo-AAA.png

Panoramica: L'Associazione degli Amici dell'Anomalo, abbreviata AAA qui di seguito, è un'organizzazione di piccole dimensioni, non superiore ad una ventina d'individui (tutti sconosciuti, ad eccezione di un/a certo/a "Gégé"), che mettono a profitto le loro conoscenze relativamente ristrette dell'anomalo per assemblare e creare degli artefatti singolari, a proprio uso e consumo o per offrirli alla Fondazione.

Questi artefatti anomali sono per la maggioranza instabili, tendenti ad esplodere con facilità e poco affidabili per quanto riguarda i loro effetti. Inoltre, la loro struttura assai precaria, composta principalmente da materiali di recupero o di cattiva qualità, rafforza il loro comportamento casuale. Si consiglia dunque di fare prova di una grande prudenza durante la scoperta, la manipolazione o lo studio di tali artefatti, i cui molteplici difetti di realizzazione li rendono prevalentemente imprevedibili.

Tuttavia, una volta risolti questi problemi (quando ciò è possibile), possono rivelarsi di un'utilità talvolta sorprendente. Alcuni di essi sono attualmente sotto studio approfondito allo scopo di determinare le possibilità di replicarli in quantità sufficienti per equipaggiare diversi dipartimenti. La lista completa è disponibile su richiesta al Dr Merkeslet, attuale responsabile delle ricerche riguardanti questo Gruppo d'Interesse.

Spesso, gli artefatti sono accompagnati da una lettera che descrive i loro effetti in modo vago e in un linguaggio pseudoscientifico largamente ispirato a popolari opere fantascientifiche, che rendono la loro interpretazione estremamente ardua. Inoltre, è sovente menzionato il desiderio dell'organizzazione di aiutare la Fondazione SCP, fornendo delle "piccole cose che potrebbero facilitarvi la vita". Le ragioni dietro quest'atteggiamento sono tuttora sconosciute.

L'assenza di menzioni concernenti l'AAA da parte degli altri Gruppi d'Interesse, così come la manifesta ingenuità dell'organizzazione riguardante il monopolio della Fondazione sull'anomalo, sembra suggerire un'ignoranza totale di altre organizzazioni in questo ambito.

Ad eccezione di quelli presenti nella Francia metropolitana, nessun altro Sito della Fondazione ha riportato di aver ricevuto artefatti anomali o lettere da parte dell'AAA.

Il Dipartimento Africano degli Affari Occulti

logo.png

Panoramica: Creato da Luigi Filippo I nel 1830, nei primi mesi seguenti l'assedio di Algeri, il Dipartimento Africano degli Affari Occulti (DAAO)1 era un'organizzazione governativa incaricata della raccolta, della gestione, dello studio e dello sfruttamento dell'anomalo nelle colonie africane della Francia. Ufficialmente dipendente dal Ministero degli Affari Occulti e in seguito dagli Archivi Neri, il DAAO agiva di fatto in maniera autonoma e poteva contare su importanti risorse militari e scientifiche rispetto ad altre branche dell'amministrazione occulta francese.

La dottrina del DAAO si fondava sulla difesa assoluta degli interessi paranormali della Francia in Africa. Per tutto il corso della sua storia, è stata in frenetica competizione con altri gruppi d'interesse nazionali o privati presenti sul continente, compresa la Fondazione SCP. Non era raro, infatti, che questi conflitti talvolta degenerassero fino a compromettere la credibilità diplomatica della Francia e del Ministero degli Affari Occulti, oppure mettere persino in pericolo la sicurezza della popolazione civile che il DAAO stesso avrebbe dovuto difendere con le sue azioni.

Il DAAO ebbe il suo apice durante il primo dopoguerra. È in questo periodo che l'amministrazione del Dipartimento fece maggiormente ricorso alle truppe dei Reggimenti Occulti Francesi o della Gendastreria Coloniale per raggiungere i suoi scopi. Principale organizzazione della Francia libera, fu in prima linea nella resistenza dopo la disfatta del 1940 e partecipò alla liberazione del territorio metropolitano insieme alla Coalizione Globale dell'Occulto.

Il Dipartimento Africano degli Affari Occulti si dissolse definitivamente nel 1962, in seguito all'indipendenza dell'Algeria. Le sue risorse furono recuperate dagli Archivi Neri o vendute ad altre organizzazioni come la Fondazione SCP o il gruppo Marshall, Carter and Dark. Un certo numero di membri furono inoltre reclutati dalla Fondazione, dall'organizzazione mercenaria Primordial, dalla GOC o dall'Insorgenza del Caos.

La Gendastreria Nazionale Francese

GN1.png

Panoramica: Braccio paranormale della Gendarmeria Nazionale, la Gendastreria è una forza armata segreta posta sotto l'autorità del Ministero dell'Interno, ed è incaricata della protezione della popolazione e dell'occultamento delle anomalie presenti sul territorio francese.

Formata durante il tristemente celebre Affare del Popolo d'Astra del 1804, la Gendastreria assunse un ruolo repressivo che, unito al ruolo scientifico-militare della Singolare Accademia Imperiale, assicurò il monopolio dello Stato francese sui casi anomali della nazione. Sopravvissuta alla fine dell'Impero, la Gendastreria divenne un'istituzione repubblicana rispettata, dedita alla salvaguardia della Francia davanti alle minacce più riluttanti da confessare.

Dopo un periodo d'oro durante la Belle Epoque e un periodo oscuro sotto il governo di Vichy, la Gendastreria visse durante la seconda metà del XX° secolo un declino sempre più marcato, incapace di adattarsi alle evoluzioni della paracriminalità e alla concorrenza con organizzazioni internazionali come la Fondazione, in seguito all'apertura della Francia a quest'ultime.

All'inizio del XXI° secolo, l'equipaggiamento obsoleto, la carenza di personale e le restrizioni del budget resero la Gendastreria largamente inefficace, e i Gendastri limitati ormai alla lotta contro la paradelinquenza e ad eventuali inchieste in casi che non rispondono alle leggi fisiche convenzionali. Tuttavia mantiene una stretta collaborazione con la MIVILUDES, il GEIPAN e gli Archivi Neri, divisione governativa che si occupa della conservazione degli artefatti esoterici.

Sebbene i rapporti tra la Gendastreria e la Fondazione SCP abbiano subito importanti variazioni in passato, le due organizzazioni sono al giorno d'oggi relativamente in buoni rapporti, nonostante gli agenti della Fondazione incontrano ancora frequenti difficoltà a collaborare con gli elementi più sciovinisti delle forze dell'ordine francesi.

I Gentiluomini Umanisti

gents.jpg

Panoramica: I Gentiluomini Umanisti, correntemente chiamati Gentiluomini, provengono da un'organizzazione umanista della seconda metà del XVIII° secolo, creata da Jean-Baptiste Ravin de Courville e dal barone d'Holbach. Lo scopo di quest'organizzazione è sempre stato migliorare la condizione umana grazie all'anomalo e realizzare l'ideale dell'"Uomo Migliore". I Gentiluomini considerano l'anomalo come un fenomeno naturale al quale l'Uomo deve adattarsi per non soccombere e quindi dar vita ad un movimento "neo-illuminista". Attualmente, i Gentiluomini Umanisti sono presenti in tutta l'Europa Occidentale, ma principalmente in Francia.

I Gentiluomini si oppongono fermamente alla distruzione degli oggetti SCP così come al contenimento delle anomalie meno pericolose, lottando inoltre per i "diritti fondamentali" degli individui anomali. Le attività dei Gentiluomini comprendono principalemente la ricerca e la creazione di anomalie suscettibili nel migliorare la condizione umana. La MTF Tau-3 "Reggimento del Re" è stata creata allo scopo di poter contrastare in modo efficace queste anomalie e catturare i loro creatori.

Malgrado ciò, i Gentiluomini sono molto discreti sulla scena anomala internazionale — sebbene sembrino essere molto attivi sulla scena anomala underground — e accumulare informazioni sul funzionamento della loro organizzazione si rivela difficile. I Gentiluomini non si mostrano ostili verso la Fondazione, manifestando anzi a più riprese il rispetto verso i suoi successi, ma affermando di essere "ideologicamente inconciliabili" con essa. Inoltre, sono riusciti sovente ad infiltrarsi nella Branca Francese, ma sempre convincendo un individuo già membro della Fondazione.

Qualsiasi individuo sospettato di far parte o di aiutare i Gentiluomini deve essere catturato e sottoposto ad interrogatorio.

Nemo e il Nautilus

Nemo.png

Panoramica: Nemo e il Nautilus è un gruppo che si presenta come apertamente ostile nei confronti della Fondazione e dei suoi interessi, ma che dispone di mezzi ed effettivi piuttosto ridotti. Tale handicap tende a limitare le capacità offensive dell'organizzazione, tuttavia i suoi attacchi sono spesso molto calcolati, basati su una vasta conoscenza dei metodi di contenimento della Fondazione, e in genere contenti dei riferimenti più o meno espliciti al libro 20000 Leghe Sotto I Mari.

Le incursioni del gruppo si presentano in prevalenza sotto forma di rischi informativi e oggetti portatori di effetti memetici volti specificatamente ed esplicitamente a nuocere alla Fondazione, e concepiti dai loro autori in modo da non poter essere contenuti o neutralizzati tramite vie convenzionali, o che non possano o non debbano essere manipolati da individui che lavorano consapevolmente per la Fondazione SCP.

Il fondatore del gruppo, sempre presentatosi come "Nemo", era in origine un impiegato della Fondazione, ma i dettagli a lui concernenti sono strettamente legati ad una serie d'incidenti avuti luogo tra il 1980 e il 2011 e i cui archivi sono allo stato attuale classificati, in quanto vertono su un tentativo di dissoluzione della Fondazione dall'interno.

Ad oggi s'ignora chi sia a capo di Nemo e il Nautilus, o se si tratti di una o più persone. Una cosa, però, è certa: gli attacchi contro la Fondazione sono ormai frontali ma di ambizione più limitata, in generale miranti a rivelare l'esistenza della Fondazione al grande pubblico piuttosto che alla pura e semplice distruzione di essa.

Qualsiasi traccia di attività di Nemo e il Nautilus deve essere oggetto di un contatto immediato di un membro del personale di livello 4 che possiede l'autorizzazione "Piovra", affinché questi possa prendere le misure più appropriate, far intervenire la Squadra Speciale Mobile detta "MTF" e far scattare l'applicazione del Protocollo Octopus.

L'Ordine della Luce

Ordre.png

Panoramica:

«L’Ordine della Luce sembra l'Angelo della Morte che tenta l'umanità, presentandole la mela dell'immortalità. Il suo aspetto c'inquieta, le sue intenzioni ci sono oscure, e le sue promesse ci seducono. Pertanto, immergiamo risolutamente il nostro sguardo nel suo, cercando invano di leggervi i suoi disegni. E a lui noi soccombiamo. Poiché di tutti gli abissi che conosciamo, nessuno ci sembrava più luminoso di quello che lì abbiamo visto.»

L’Ordine della Luce si presenta come un'«arcireligione», volta ad un'adorazione incrollabile verso tutte le forme di vita naturale e soprannaturale, e aspirante a trascendere tutte le distinzioni fisiche ed ideologiche per riunire tutti gli esseri che popolano la Terra sotto un'unica bandiera.

Benché la sua esistenza come controparte esoterica del leggendario Ordine dei Templari sia ormai certa, è stato ipotizzato che le sue origini possano essere ancora più antiche.

L’Ordine della Luce è recentemente emerso dall'ombra delle organizzazioni occulte e testimonia un desiderio inquietante di reclutare nuovi seguaci su larga scala, che, fino ad oggi, sembravano essere avvicinati in segreto dai soli iniziati.

Nonostante sia sospettato di essersi infiltrato in tutti i livelli della società e nella maggior parte delle sfere politiche e religiose del mondo occidentale e orientale, l’Ordine della Luce, che si professa pacifico e filantropo, non ha mai cercato di opporsi o d'interferire con la Fondazione o altri Gruppi d'Interesse. Inoltre, l'organizzazione non sembra mai essere stata coinvolta in alcun crimine, delitto o scandalo, legittimando così la sua esistenza sulla scena mondiale e rendendosi ancor più seducente alla popolazione con la sua apparente purezza.

Qualsiasi contatto con i suoi affiliati è formalmente proibito in virtù delle loro facoltà di alienazione e di una penuria cruciale d'informazioni su motivazioni ed obiettivi dell'Ordine. Tutti gli individui sospettati di farne parte devono essere immediatamente segnalati alla MTF Omega-1 alias "Odore di Santità".

Primordial

primordial.png

Panoramica: In principio un semplice gruppo di mercernari non dissimile da tutti gli altri esistenti, Primordial si evolse come maggior attore del suo ambiente in seguito all'arrivo di SCP-194-FR-F (conosciuto anche sotto il nome di Antaine Atemporale) al suo vertice, che segnò l'inizio della politica d'ingerenza di questa organizzazione negli affari dei suoi concorrenti. In particolare, Primordial arbitrò diversi conflitti che vedevano opposti importanti organizzazioni di mercenari, che si tradusse in un'influenza crescente, di gran lunga superiore a quella di cui gli altri gruppi avevano potuto avvalersi fino ad allora.

L’apice di questa autorità acquisita fu senza dubbio la siglatura degli accordi di Casablanca, nel 1950, con i quali Primordial riuscì ad imporre al mercenariato dell'anomalo una rigorosa etica che continua ad essere applicata al giorno d'oggi, tra i cui punti figurano: mantenimento del segreto attorno l'esistenza dell'anomalo, instaurazione di principi morali e deontologici elementari, accettazione degli esseri anomali e politiche comuni che mirano a preservare l'ambiente da minacce interne ed esterne.

Dalla sparizione di SCP-194-FR-F negli anni '60, Primordial è diretto dai Primati, il cui numero esatto è sconosciuto, ed è l'interlocutore privilegiato della Fondazione SCP all'interno del mercenariato. Inoltre, le due organizzazioni hanno messo in campo una forma di cooperazione, mediante la consegna di oggetti ed individui anomali da Primordial alla Fondazione.

Tuttavia Primordial non può essere considerato un interlocutore di fiducia, in quanto non nasconde di perseguire prima di tutto i propri interessi.

Il Reame di Univers'Isola

univ.png

Panoramica: Il Regno di Univers'Isola è una civiltà anomala stabilitasi su un'isola fluttuante, in una realtà extradimensionale che ha l'apparenza di un cielo completamente vuoto. I suoi abitanti, gli isolani, sono governati da un re chiamato Mariano II, che regna sui 7 ducati costituenti il territorio del reame dalla sua capitale: Zeniterra.

Notata dalla Fondazione all'inizio del XX° secolo in seguito a numerose apparizioni di suoi esploratori sulla Terra, è stato scoperto che, in realtà, il Reame esiste dall'inizio del XVIII° secolo. Il Gruppo d'Interesse affonda le sue origini nella città di Saint-Guérin, in Savoia, dove negli anni 1720 i suoi abitanti scoprirono delle faglie nel cielo che conducevano verso Univers'Isola. Decisero dunque di costruire delle torri per raggiungerla e colonizzarla allo scopo di fondare una nuova città e sfruttare le risorse che vi abbondavano.

Constatato rapidamente il carattere anomalo del luogo, il clero cattolico locale divenne ostile a questo progetto di costruzione. Alcune branche esoteriche della Chiesa acquartierarono i loro reggimenti a Saint-Guérin per distruggere le torri ed imprigionare gli abitanti all'interno dell'Univers'Isola. Tutte le tracce dell'esistenza della città sono stati soppresse dalla Chiesa cattolica poco dopo questi avvenimenti.

Per sopravvivere su Univers'Isola, gli ex abitanti di Saint-Guérin hanno dovuto apprendere e padroneggiare le risorse anomale che li circondavano. Liberi dalle costrizioni del loro vecchio mondo, nominarono un re e fondarono un regno. Tale isolamento extradimensionale costrinse gli isolani a vivere in una società interamente basata sull'anomalo — e nuove invenzioni, correnti di pensiero e religioni (come la Chiesa della Volta Celeste) hanno potuto fare la loro apparizione.

All'inizio del XX° secolo, gli isolani hanno sviluppato una tecnologia di portali che permettono di viaggare tra Univers'Isola e la Terra. In seguito a ciò, Mariano II e suoi consiglieri hanno messo in atto dei progetti volti ad inculcare negli abitanti di Univer'Isola un sentimento di superiorità nei confronti dei mondiali (terrestri) e pianificare future conquiste della Terra. In reazione alla decisione del re, è stato creato un movimento che promuove la pace con la Terra: il Desilismo.

Ad oggi, la Fondazione cerca di limitare gli scambi dimensionali tra la Terra e Univers'Isola ed è stata stabilita una collaborazione con alcuni isolani desilisti. Qualsiasi isolano non desilista trovato sulla Terra deve essere catturato, interrogato ed eliminato.

La Società Atea per Frenare e Fermare l'Ideologia Religiosa in Ognidove (SAFFIRO)

Miniature.png

Panoramica: La Società Atea per Frenare e Fermare l'Ideologia Religiosa in Ognidove, più conosciuta sotto l'acronimo SAFFIRO2, è un gruppo di atei assertori estremisti ampiamente radicato in Europa. I suoi aderenti sono per la maggior parte membri della comunità scientifica, appartenenti ad una rete internazionale di difficile definizione. Vedono negli oggetti SCP (che chiamano "Singolarità") una minaccia al pensiero scientifico e al razionalismo, nonché un incoraggiamento alla superstizione e all'oscurantismo religioso. La loro politica si alterna nella distruzione sistematica degli oggetti SCP o al loro utilizzo in attacchi contro le religioni, globali o mirati.

Gli attentati commessi da SAFFIRO colpiscono essenzialmente un gran numero di civili e senza alcuna ricerca di discrezione, che costringe la Fondazione ad implementare importanti protocolli di occultamento ad ogni attacco. La MTF Oméga-5 "I Gioiellieri" è stata creata allo scopo di tracciare, d'impedire o, altrimenti, di camuffare questi attentati.

SAFFIRO è in conflitto permanente con tutte le forme di culto, sia normali che anormali. Avendo numerosi contatti con la comunità scientifica, si è scoperto che alcuni ricercatori della Fondazione sono dei sostenitori sotto copertura. Sebbene SAFFIRO rispetti la Fondazione e i suoi obiettivi, disapprova la sua politica di conservazione degli oggetti SCP e diversi loro infiltrati sono stati catturati dopo aver tentato di distruggere o di recuperare artefatti anomali già contenuti, per il loro interesse personale.

Tutti gli agenti infiltrati di SAFFIRO devono essere denunciati, catturati e interrogati sul funzionamento della Società e dei suoi obiettivi futuri.

Umanità

15humanity-logo.png

Panoramica: Umanità è un gruppo extradimensionale la cui natura, origini e motivazioni restano poco chiare. Le più antiche tracce che attestano l'esistenza di Umanità risalgono all'Antico Egitto, dove il gruppo sarebbe stato molto influente, prima di sparire completamente dalla Storia, segnando l'inizio del declino dell'impero egiziano dell'epoca. La Fondazione SCP è venuta a conoscenza di quest'organizzazione nel corso del XIX° secolo, durante alcuni scavi archeologici che hanno portato alla luce una parte tutta anomala della storia dell'Antico Egitto, sotto forma di racconti mescolati alla sua documentazione ufficiale, nonché ai suoi miti e testi religiosi.

I testi e le incisioni ivi trovate descrivevano delle potenti entità extradimensionali quasi umane chiamate Despoti, considerati come dei della morte bloccati in uno stato di putrefazione permanente, e che necessiterebbero di raccogliere, schiavizzare e divorare le anime dei defunti per compensare tale condizione di morte eterna. I testi descrivevano inoltre delle orde di morti viventi che discenderebbero nel mondo allo scopo sia di rapire esseri umani da offrire ai Despoti sia di contattare coloro che erano pronti a servirli, in cambio di doni che sfidavano le leggi della natura, come ad esempio l'immortalità.

In seguito a questa scoperta, la Fondazione SCP ha messo in campo una vasta operazione di censura attorno agli scavi al fine di occultare gli elementi che avrebbero potuto mettere in pericolo la copertura dell'anomalo. Qualche decennio dopo questa operazione, la Fondazione SCP ha rilevato un massiccio aumento di rapimenti effettuati in circostanze anomale, talvolta arrestando individui che dichiarano di compiere la volontà dei Despoti e che portano sul loro corpo il sigillo di Umanità. Dall'inizio del XX° secolo, la Fondazione ha intercettato sempre più civili che dichiarano di aver visto i defunti rianimarsi e di aver avuto visioni di mostri putrefatti che somigliano vagamente alle antiche divinità dell'Antico Egitto.

La branca francofona della Fondazione riceve ogni anno centinaia di segnalazioni inerenti a nuovi Gruppi d'Interesse. Sono nella maggior parte dei casi troppo poco documentati per poter essere trattati come Gruppi d'Interesse veri e propri, e l'esistenza di alcuni di essi resta da provare.

Nell'attesa di ricerche approfondite, queste organizzazioni sono classificate in una lista a parte come Gruppi d'Interesse minori.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License