Recent Forum Posts
Della categoria:
pagina 1123...prossimo »

Ben fatto. Non penso ci sia bisogno di darsi appuntamento, ognuno può scrivere quello che si sente e le risposte arriveranno prima o dopo. Il vantaggio rispetto al forum è che se ci sono due o più persone in linea si può comunicare direttamente, invece che aspettare l'aggiornamento (non immediato) del forum. Inoltre ci sono le notifiche per nuovi messaggi. Ed esiste una app dedicata.


-LofB

Se per voi va bene, creerò io una nuova pagina per la nostra lore e riporterò tutto ciò di cui abbiamo discusso assieme; fatto questo, posterò qui il link e continueremo a parlarne e ci organizzeremo per la chat. Che ne dite?

Edit: Ho creato la pagina; al momento ho solamente riportato tutto ciò di cui abbiamo discusso qui e i possibili GdI che potrebbero derivarne. Ecco il link: http://scpsandboxit.wikidot.com/lore-della-branca-italiana

Per la discussione in chat dovremmo organizzarci. Quando potremmo farla?

Sarò sincero, non mi aspettavo una tale quantità di idee, per mole e qualità, non in così poco tempo. Ottimo lavoro a tutti.

Visto che vi vedo con le idee abbastanza già in una certa direzione, vi propongo il seguente: uno di voi crei una pagina Sandbox esclusivamente per lo scopo di dare una Lore al sito. La pagina sarà scritta in cooperazione fra tutti gli autori volenterosi, previa consultazione interna tramite la chat Discord, per velocizzare il tutto.

Vi faccio notare alcuni punti:

  • Scrivete il più possibile. Una sovrabbondanza di idee (coerenti!) è meglio di una penuria.
  • Non limitatevi alla storia: volendo, si può scrivere di siti, personale, mezzi e infrastrutture della branca italiana. Suggerisco di visitare i link postati sopra per un'idea più chiara di cosa io intenda.
  • Non scartate le idee. Anche se non coerenti, provate a registrarle, magari in una finestra secondaria di "idee slegate". Chissà, qualcuno potrebbe riuscire a modificarle in modo da farle entrare coerentemente nella Lore.
  • Comunicate il più possibile e nel modo migliore che potete. La scrittura di qualcosa di tanto imponente non è una missione semplice. Complicarla di più a causa di una comunicazione fallace è da evitare. Non abbiate paura di essere prolissi nell'esprimere un punto con chiarezza, e prendete un po' di tempo prima di mandare un messaggio, assicurandovi che sia ben scritto, comprensibile e chiaro.

Su, signori. Sento un sacco di potenziale qui.
Ovviamente mi unirò anche io, anche se per ora sono un po' occupato e mi limito a coordinarvi.

Good job.


-LofB

Io direi che, come avevo proposto, questi gruppi sono tutti stati assorbiti dalla Fondazione, diventandone dipartimenti. Altrimenti diventano GdI, ma quello è un altro topic.

Personalmente, preferisco la seconda opzione: l'assorbimento di gruppi così eterogenei nella Fondazione la destabilizzerebbe e ne limiterebbe pesantemente l'efficacia. La branca italiana diventerebbe simile all'ORIA, un'organizzazione frammentata e in costante conflitto interno, e questa situazione potrebbe sfociare in uno scisma simile a quello tra la Fondazione e la Chaos Insurgency.

La tua parte storica è ottima e copre bene tutta la fase medievale.

Parte storica moderna: dopo l'Unità d'Italia e la presa di Roma, il nuovo governo dovette affrontare in prima persona le anomalie presenti sul territorio, dato che la Chiesa non voleva collaborare in alcun modo, e istituì un corpo speciale (per esempio "Regio Istituto delle Anomalie Italiane") per occuparsene. La Fondazione venne in contatto con questa organizzazione agli inizi del '900 e strinse una sorta di patto d'alleanza poco prima dello scoppio della Grande Guerra.

Quando Mussolini prese il potere, egli realizzò l'immenso potenziale che le anomalie avrebbero potuto avere per supportare la sua politica nazionalista e imperialista e non tollerò la presenza della Fondazione sul territorio italiano. Pertanto, il corpo venne rivisitato in chiave fascista (magari cambiando anche nome) e venne posto sotto il comando diretto del Gran consiglio/del duce in persona, anche se una parte non accettò questi cambiamenti. Molte anomalie vennero testate sul campo di battaglia durante la guerra in Etiopia.

EDIT: Con i Patti Lateranensi, il regime riuscì inoltre ad avere accesso alle anomalie custodite dalla Chiesa cattolica.

Durante la seconda guerra mondiale, la Fondazione ripristinò i contatti con gli agenti non fedeli al governo e li sostenne quando, dopo l'armistizio del '43, dovettero combattere contro i sostenitori del duce. Dopo la nascita della Repubblica, la Fondazione assorbì il gruppo italiano, portando alla nascita della branca italiana; tuttavia, una parte rimase sempre ostile e fedele agli ideali fascisti (eventuale GdI).

Nel frattempo, lascio a chiunque possa leggere l'inglese degli esempi dei nostri colleghi internazionali di storia diegetica e simili:

  • Tedeschi
  • Francesi
  • Russi

Ecco, come lunghezza abbiamo già sfondato qualunque altro "percorso storico". 😆

L'evento zero è la prima eruzione del Vesuvio con la conseguente distruzione di Pompei. Di fatti non è importante se a causarla sia stata un anomalia oppure no. Le persone all'epoca lo presero comunque come un segno di quanto non conoscevano del mondo e di come fosse necessario concentrare gli sforzi. L'imperatore Tito crea una cerchia di persone con il compito quanta più conoscenza ed esperienza possibile.

Mi associo a DrGraphDrGraph, l'idea non è male.

Prima di tutto, penso che la Chiesa e l'Ordine Giano debbano restare separati perché la Chiesa non avrebbe mai accettato un ordine pagano al suo interno

Quoto.

Per permettere una tale fusione, l'Ordine dovrebbe perdere le componenti "fortissime componenti politeiste e pagane" che sono le sue caratteristiche distintive.

Oppure l'ordine si era sciolto a un certo punto, e gli ex-componenti si sono uniti alla sezione "anomalie" della Chiesa.

Perciò, per me potremmo avere l'Ordine Giano (di origine romana e pagana), i Cavalieri di San Giorgio (un ramo segreto della Chiesa cattolica) e la branca italiana della Fondazione come tre gruppi separati.

Io direi che, come avevo proposto, questi gruppi sono tutti stati assorbiti dalla Fondazione, diventandone dipartimenti. Altrimenti diventano GdI, ma quello è un altro topic.

Continuo la parte "storica": la seconda fioritura dei gruppi che si interessano di anomalie avviene in epoca medievale, intorno al 1300; è un periodo in cui fioccano reperti di tutti i tipi, principalmente religiosi: reliquie di uomini santi, "penne di ali d'angelo", eccetera, dai poteri più vari, tipicamente taumaturgici, ma anche premonitori (l'ampolla con il sangue di San Gennaro è di questo periodo). L'Ordine di San Giorgio e/o altri avrebbero sfruttato il periodo per andare a caccia di anomalie, o potrebbero essere proprio stati loro a creare le finte reliquie per distrarre la gente dalle stranezze reali.

A questo proposito l'Italia potrebbe essere diventata interessante agli occhi dei sovrani, perché in possesso di strani oggetti che potrebbero dare vantaggi in battaglia1; il che spiega (tra le altre cose) tutta la voglia di Svevi, Angioini e quant'altro di scendere a conquistare la penisola. Inseriamo il tutto nel contesto del via vai per le Crociate, e degli avamposti Templari in Sud Italia, e c'è un sacco da scrivere.

Immaginavo che una figura di spicco fosse stata Federico II, che era interessato a molte scienze, anche "borderline"; magari Castel Del Monte, del quale non è mai stata chiara la funzione2, è stato uno dei primi Siti di contenimento veri e propri.

Bellissime risposte.
Nel frattempo, lascio a chiunque possa leggere l'inglese degli esempi dei nostri colleghi internazionali di storia diegetica e simili:


-LofB

L'evento zero è la prima eruzione del Vesuvio con la conseguente distruzione di Pompei. Di fatti non è importante se a causarla sia stata un anomalia oppure no. Le persone all'epoca lo presero comunque come un segno di quanto non conoscevano del mondo e di come fosse necessario concentrare gli sforzi. L'imperatore Tito crea una cerchia di persone con il compito quanta più conoscenza ed esperienza possibile.

Bellissima idea, mi piace davvero molto. Tuttavia ho un'osservazione da fare.

Prima di tutto, penso che la Chiesa e l'Ordine Giano debbano restare separati perché la Chiesa non avrebbe mai accettato un ordine pagano al suo interno- tu stesso hai scritto che:

La cerchia di esperti che ha fortissime componenti politeiste e pagane, perciò entra in clandestinità […]

Per permettere una tale fusione, l'Ordine dovrebbe perdere le "fortissime componenti politeiste e pagane" che sono le sue caratteristiche distintive. Perciò, per me potremmo avere l'Ordine Giano (di origine romana e pagana), i Cavalieri di San Giorgio (un ramo segreto della Chiesa cattolica) e la branca italiana della Fondazione come tre gruppi separati.

(Questo è un po' off topic, ma l'idea di un SCP basato sui resti del drago ucciso da S. Giorgio non è male. Perché non sviluppi questa idea, potrebbe venire fuori un buon articolo che si inserirebbe bene nella lore).

Trovo molto interessanti le cose scritte qui sopra e mi sono fatto una possibile idea.

L'evento zero è la prima eruzione del Vesuvio con la conseguente distruzione di Pompei. Di fatti non è importante se a causarla sia stata un anomalia oppure no. Le persone all'epoca lo presero comunque come un segno di quanto non conoscevano del mondo e di come fosse necessario concentrare gli sforzi. L'imperatore Tito crea una cerchia di persone con il compito quanta più conoscenza ed esperienza possibile. Anche se non si parla di una vera organizzazione diventa il centro di molte ricerche su quelle che ora chiamiamo anomalie. Per quanto tutto ciò viene fatto alla luce del sole la storia non ne riporta quasi traccia e quelle poche che ci sono non vengono considerate. Dopo tutto si parla di una civiltà fortemente superstiziosa e nessuno si sorprende che dopo un tale evento. In seguito il riconoscimento del cristianesimo da prima come religione di stato poi come unica religione ha un duplice effetto.
La cerchia di esperti che ha fortissime componenti politeiste e pagane, perciò entra in clandestinità e come risultato della clandestinità acquisisce un identità propria facendo così nascere l'ordine Giano (dio a due teste che guarda in due direzioni contrapposte, in questo caso il normale e l'anormale). E' cosa molto ironica che al crollare dell'Impero Romano e le varie dispute successive diedero al mondo un organizzazione ancora più superstiziosa dei romani: La Chiesa Cristiano Cattolica Apostolica di Roma.
L'ordine di Giano riesce a farsi spazio e nel corso del tempo viene ribattezzato prima come l'ordine di Geminae (che si rifa alla filosofia di Tommaso e che si vocifera che al inizio della chiesa esistesse una società segreta esoterica con un nome molto simile) in seguito diventa il primo ordine a prendere il nome da San Giorgio (Che per quanto uccise il drago fece in modo che i suoi resti venissero conservati. Che è meglio di niente.)
Sinceramente non so se è una buona idea accostare la nostra storia a quella del inquisizione perché:
• La più famosa inquisizione è quella con base spagnola.

• Erano davvero troppo creduloni e/o bigotti anche per gli standard del periodo.

• E sopratutto bruciavano ogni cosa. Io sono del idea che se abbiamo alle spalle una storia in cui proviamo a capire le cose invece di distruggerle avrebbe reso la SCP molto più ben disposta ad accoglierci tra i ranghi.

A questo punto arriviamo in un epoca imprecisata perché non so esattamente quando nasce la SCP vera e propria (ipotiziamo la fine del '800). Comunque si parla degli ultimi due secoli. La situazione è che la chiesa ha perso peso politico e anche gli introiti monetari non sono più quelli di un tempo ed è sempre più difficile creare fondi segreti. Comunque ha ancora un certo peso nel ambiente, una scuderia di anomalie niente (la chiesa cattolica ha grosse sedi in molti stati del mondo) male e molta esperienza sul campo. Così riesce ad accordarsi con la SCP diventane una sezione. La SCP ci guadagna l'ascesso alle anomalie e a tutte le ricerche fatte. La neo SCP-IT una struttura più forte, il ritorno del potere socio politico e sopratutto il ritorno dei fondi.

Questo è tutto. Scritto un po di getto. Spero che vi piaccia.

Molto meglio, direi che adesso è molto più pulito.

C'è un refuso qui:

Sia la stanza che Due volte al giorno

Ho (finalmente) rivisto l'articolo e ho apportato leggeri cambiamenti seguendo i consigli di Mr Abadede. Cosa ne pensate?

Re: SCP-XXX-IT - "L'uomo nero" da DrGraphDrGraph, 23 Jun 2017 19:08

Salve Capo Archivista Giocon LofBLofB,
tanto per cominciare questo argomento, per quanto mi riguarda, si sovrappone in parte a quello, già parzialmente discusso altrove, di come la Fondazione consideri le branche nazionali rispetto alla branca madre. Per ora considero la cosa in maniera semplificata: la branca italiana è una cosa a sé stante, che risponde alla branca madre su alcune questioni e da cui eredita tutte le procedure, ma è autonomamente governata in gran parte.

Al momento avevo pensato che l'SCP "collaborativo" di cui si discuteva nella sezione INT potrebbe essere il motivo stesso per cui sono nate le branche nazionali (o uno dei motivi), e quindi potrebbe rientrare nelle motivazioni della creazione della branca -IT, ma anche su questo si è ancora in fase di brainstorming.

Ricollegandomi a quanto appena detto, suppongo che la branca -IT possa essere nata per due possibili motivi, non necessariamente mutuamente esclusivi:

  • perché c'erano delle anomalie in loco che non potevano essere spostate, e che necessitavano di un ingente quantitativo di forze e relativo coordinamento;
  • perché la Fondazione aveva bisogno di un establishment su territorio nazionale, per motivi politici, religiosi, e/o altro.

L'idea potrebbe essere che la Fondazione, nel momento in cui è diventata troppo grande, abbia deciso di adottare una politica di divide et impera.

Nello specifico caso italiano avrebbe potuto notare che su territorio italiano erano sorti dei gruppi indipendenti che si occupavano, magari maldestramente, di anomalie (e che però essendo radicati sul territorio erano però più bravi a notare o scovare nuove anomalie). Avrebbero perciò deciso di inglobare tali gruppi, in modo da

  • aumentare le proprie risorse;
  • contenere nuove anomalie;
  • evitare che in futuro tali gruppi potessero diventare troppo grandi e/o ostili.

Naturalmente per mantenere questo equilibrio era necessario dare una certa autonomia alla neonata branca italiana.

La branca italiana potrebbe quindi essere un agglomerato di uno o più gruppi preesistenti che si occupavano di anomalie sotto diversi punti di vista (e.g., escatologico, scientifico, sensazionalista, alchemico, …): uno potrebbe essere quello proposto da DrGraphDrGraph, che per motivazioni storiche trovo molto sensato.

Questo potrebbe anche portare a dei dipartimenti interni alla branca -IT che storicamente derivano dai diversi gruppi inglobati.

Mi vengono in mente quindi dipartimenti derivati, oltre che come già accennato da istituzioni religiose, dalle società segrete italiane, da tradizioni alchemiche, gruppi artistici, pratiche sotterranee di scienza rinascimentale, eccetera eccetera. Questo, tra l'altro, ci permetterebbe di essere molto creativi e di non doverci limitare ad un solo aspetto della cultura e delle tradizioni, che siano essoteriche o esoteriche, della penisola (che sarebbe un peccato vista la quantità enorma di storia e cultura a cui poter attingere).

Se l'idea piace, proporrei uno dei gruppi d'origine che risalga molto indietro storicamente, ai tempi dell'antica Roma o addirittura delle popolazione pre-romane.

La Fondazione potrebbe aver deciso di creare una branca nel nostro paese per poter avere accesso alle possibili entità/anomalie e ad eventuali informazioni su di esse dalla Chiesa cattolica: grazie alle ingenti ricchezze ottenute nel corso della storia, essa potrebbe aver creato un organo simile alla Fondazione con lo scopo di trovare e/o distruggere entità ritenute "demoniache" e allo studio di quelle "divine/angeliche". Un'organizzazione parallela di questo tipo potrebbe essere molto influente in Italia, visto che la Santa Sede è proprio a Roma.

EDIT: In alternativa, essa potrebbe essere stata creata per contenere SCP-001-IT e poi si è espansa per occuparsi di tutto il territorio nazionale (Quest'idea è un po' banale, ma la posto comunque).

Salve a tutti, signori.
Sono fiero di constatare che la branca italiana cresce ogni giorno con la venuta di nuovi utenti e, occasionalmente, nuovi articoli. Confidente che la nostra ascesa continuerà in questo modo, l'unica cosa che manca davvero è la nostra storia.

Ovviamente non parlo di quella reale, che potete trovare qui, ma piuttosto della storia che, all'interno dell'universo narrativo, ha portato alla nascita della branca Italiana della SCP Foundation, da essa distinta ma non separata.

Per ogni idea, piccola o grande, siete più che benvenuti a discuterne qui sotto.


-LofB

Re: Salve
Mr AbadedeMr Abadede 20 Jun 2017 19:48
in discussione Annunci e Proposte / Presentazioni » Salve

Benvenuto!

Re: Salve da Mr AbadedeMr Abadede, 20 Jun 2017 19:48
Re: Salve
LofBLofB 20 Jun 2017 16:47
in discussione Annunci e Proposte / Presentazioni » Salve

Ciao e benvenuto.
Ti chiederei di usare il forum in un modo diverso da come usi la chat, però. Solitamente non ci si ferma a dei messaggi corti e scritti di fretta, qui.


-LofB

Re: Salve da LofBLofB, 20 Jun 2017 16:47

penso che si possa usare classsificato

Re: [REDATTO] da MrFizbanMrFizban, 20 Jun 2017 15:40
Salve
MrFizbanMrFizban 20 Jun 2017 15:34
in discussione Annunci e Proposte / Presentazioni » Salve

Molto bello essere qui spero di restarci a lungo.

Salve da MrFizbanMrFizban, 20 Jun 2017 15:34

Nuova 3D fanart, questa volta con SCP-9801.

pagina 1123...prossimo »
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License