Log degli Elementi Anomali Italiani
voto: +28+x

Premessa: La Fondazione SCP ha scoperto un notevole numero di elementi che sono semplicemente troppo inutili per meritare ulteriori attenzioni. Questo documento elenca quegli elementi che hanno suscitato qualche curiosità. Questa sezione potrebbe essere usata come risorsa di informazioni nel caso alcuni di questi elementi divenissero utili o necessari in futuro.
– Capo Archivista Giocondo, Sito Virtus

Nota: per favore aggiungete i nuovi file in fondo all'elenco e non in cima o a metà.

[[# Elemento-0]]
> **Descrizione Elemento:** 
> **Data del Recupero:**
> **Luogo del Recupero:**
> **Stato Attuale:**
> **Note:** // //

Descrizione Elemento: Una mensola di legno pregiato totalmente immune a sollecitazioni meccaniche. Vulnerabile a fuoco e umidità.
Data del Recupero: ██/█/██
Luogo del Recupero: Casa d'aste ███████, Bolzano
Stato Attuale: Nell'ufficio del Dott. Ashelf, al primo piano del Sito Plutone
Note: Il personale del Sito Plutone ritiene possa essere usata in maniera più proficua che per ospitare i diplomi della scuola di Taglio & Cucito del Dott. Ashelf.

Descrizione Elemento: Una chitarra semi-acustica Fender Telecaster Thinline '72 del 1980 color legno che rende l’utilizzatore un abile chitarrista, indipendentemente dalle precedenti abilità del soggetto.
Data del Recupero: 12/03/████
Luogo del Recupero: Un negozio musicale di ████, █████
Stato Attuale: Reparto di stoccaggio elementi anomali 55, Sito Vesta
Note: Dopo aver finito di suonare diverse canzoni, l’utilizzatore collasserà a terra, per poi risvegliarsi tre minuti dopo, dichiarando di essere “felicissimo e pienamente appagato dall’esperienza". Inoltre, l'oggetto non sembra incrementare le qualità canore del soggetto.

Descrizione Elemento: Un anello in oro giallo dal peso di 400g. È stato notato che chiunque indossi l'anello comincerà a comportarsi con carisma e autorevolezza.
Data del Recupero: 25/06/2017
Luogo del Recupero: Stanza personale della direttrice del Sito Deus: dott.ssa Michela Marchetti.
Stato Attuale: In affido alla dott.ssa Michela Marchetti sotto esplicita richiesta del vicedirettore del Sito Deus: dott. Gianfranco Rinaldi.
Note: Da quando è stato permesso l'uso dell'anello, l'efficienza generale del Sito è aumentata del 47%. Come effetto collaterale, la direttrice è ora solita venire apostrofata con "nomignoli volgari provenienti dal regno animale" da parte del personale di basso rango.

Descrizione Elemento: Un gazebo di ferro a forma di esagono regolare largo 2,5 m e alto 3,5 m. Quando un individuo si trova in un raggio massimo di un metro dall'oggetto, nel suo stomaco si genereranno piccole quantità di vernice bianca per metalli dopo un lasso di tempo tra 60 e 90 minuti.
Data del Recupero: 11/09/2018
Luogo del Recupero: Giardino di un condominio a Palermo
Stato Attuale: Reparto di stoccaggio elementi anomali 14, Sito Vesta
Note: Stando ai test, colpisce solo specie animali il cui stomaco è abbastanza grande da ospitare la massa di vernice, che corrisponde sempre a 5 grammi.

Descrizione Elemento: Insegna al neon color magenta riportante la scritta “Bar da Ponte”. Quando è accesa, stimola l’appetito di chiunque la guardi. Le osservazioni mostrano che l’intensità degli stimoli varia tra i soggetti in modo non coerente.
Data del Recupero: ██/██/████
Luogo del Recupero: Un bar a ██████, in Valle d’Aosta
Stato Attuale: Reparto di stoccaggio elementi anomali 27, Sito Vesta
Note: Il personale del Sito Vesta ritiene che questo oggetto sia stato perlopiù un esercizio per agenti della Aureæ Notitiæ e della Firmitas Mentis inattivi; sarebbe stato più stimolante se il bar non avesse definitivamente chiuso dopo un incendio.

Descrizione Elemento: Uno skyphos1 datato al IV secolo p.e.v. Vi sono ritratte tre teste di donne equidistanti. Quando un essere umano lo tocca, assume la facoltà di parlare greco koinè durante gli stati d’ebbrezza. Le osservazioni suggeriscono che l’effetto sia permanente.
Data del Recupero: ██/██/████
Luogo del Recupero: █████████ ███████████, Parco archeologico della Neapolis, Siracusa
Stato Attuale: Sala manufatti 2, Sito Plutone
Note: Considerate le condizioni in cui si trova a seguito degli esperimenti e il progetto per il riutilizzo degli spazi interni dell’ala ovest del Sito, è stata avanzata la proposta di cedere questo Elemento alla Medicea Accademia.

Descrizione Elemento: 25m di una fibra proteica simile in apparenza e struttura alla seta, ipoteticamente capace di un carico di rottura di █000 MPa. Ampiamente danneggiato a causa del rientro nell'atmosfera e dalle circostanze di ritrovamento. Ceduto alla Branca Italiana della Fondazione successivamente al recupero.
Data del Recupero: 20/10/2014
Luogo del Recupero: Polonnaruwa, Sri Lanka.
Stato Attuale: Conservato nella cella frigorifera 03A del Sito Cerere.
Note: Vedi SCP-061-IT.

Descrizione Elemento: Un esemplare di Lentinellus cochleatus da cui emanano radiazioni di natura al momento sconosciuta misurabili unicamente per mezzo di un contatore Geiger-Müller.
Data del Recupero: 17/03/1988
Luogo del Recupero: Ai piedi della Fontana Franco Palombaro, Montalto di Castro, Viterbo
Stato Attuale: In un Compartimento di Stoccaggio per Resti Biologici del Sito Cerere
Note: n/a

Descrizione Elemento: Una fontanella che arricchisce di Vitamina C l'acqua erogata e le conferisce la capacità di indurre nei soggetti che la bevono un intenso senso di nostalgia, il quale scompare nel giro di una decina di minuti.
Data del Recupero: 15/08/2007
Luogo del Recupero: Piazza Santa Maria a Bonorva, Sassari
Stato Attuale: Reparto di stoccaggio elementi anomali 10, Sito Vesta
Note: n/a

Descrizione Elemento: Un paio di lenti a contatto che, se indossate, permettono di vedere dettagliatamente a grandi distanze come un binocolo, ma senza la necessità di ridurre il campo visivo iniziale dell'osservatore. A causa della grande mole di informazioni aggiuntive ricevute, l'uso prolungato dell'elemento provoca stanchezza e, in alcuni casi, mal di testa.
Data del Recupero: 19/06/2020
Luogo del Recupero: Studio Oculistico ███████████████ ad Arquata Scrivia, Alessandria.
Stato Attuale: Conservato presso il laboratorio 12C del Sito Vulcano.
Note: Ogni tentativo di replicare le proprietà dell'elemento è risultato fallimentare; tuttavia, un team di ricercatori è attualmente incaricato di studiare e provare a riprodurre suddette proprietà.

Descrizione Elemento: Un pacchetto di 38 profilattici senza marca. Quando usati durante un rapporto sessuale, portano al 100% la probabilità di riprodursi, oltre a garantire lo sviluppo e la nascita di almeno 3 neonati.
Data del Recupero: 30/08/2013
Luogo del Recupero: Distributore di profilattici in Via Palermo, Roma.
Stato Attuale: Armadietto 54 del Sito Vesta.
Note: Finora, nessuna anomalia è stata riscontrata nei 6 figli dell'agente Mari, unici bambini nati dall'utilizzo dell'elemento.

Descrizione Elemento: Una statuetta bronzea di un cavallo a dondolo, fattura etrusca, datata al IX secolo p.e.v. In seguito a sollecitazione meccanica continuerà a dondolare senza mai dare segno di rallentare o fermarsi spontaneamente. Il test più lungo finora condotto ha avuto una durata di ████ ore.
Data del Recupero: ██/█/██
Luogo del Recupero: Università di Modena e Reggio Emilia, ufficio dell'ex Prof. Righini.
Stato Attuale: Sulla scrivania del Dott. Fausto Righini, Sito Angerona.
Note: Il recupero precede di poco il reclutamento nella Fondazione del Dott. Righini, ex docente di Fisica. L'oggetto era stato recapitato da ignoti al professore, che avrebbe speso mesi tentando di comprenderne il funzionamento2.

Descrizione Elemento: Una scultura in pietra, datata al XV secolo, raffigurante il patriota albanese Gjergj Kastrioti Scanderbeg. Ogni 28 novembre (festa nazionale albanese) una voce dalla provenienza non identificata sarà udibile entro un raggio di 50 metri. La voce pronuncerà in tono stentoreo "Merr armët. Turqit na sulmojnë. Mbroni atdheun."3
Data del Recupero: 29/11/2016
Luogo del Recupero: Lungro (Cosenza), palazzo del municipio.
Stato Attuale: Sito Plutone, zona di stoccaggio reperti archeologici anomali.
Note: La scultura era stata dissotterrata a Lungro nel giugno del 2016; a novembre la SIR-I intercetta la notizia di una "voce misteriosa", procedendo al recupero e fabbricando la storia di una trovata del sindaco per omaggiare la comunità arbëreshë locale. Il Dott. Thanasi ha preso l'abitudine di brindare di fronte alla statua ogni 28 novembre.

Descrizione Elemento: Una valvola a fuso di colore blu. Quando aperta, la stabilità spazio-temporale in un raggio di 5 metri calerà di █ Hume. Al contrario, chiudendola, essa si alzerà di █ Hume.
Data del Recupero: 16/09/1976
Luogo del Recupero: Sistema fognario di Reggio Emilia, Emilia Romagna.
Stato Attuale: Nell'armadietto J/30 del Sito Deus.
Note: n/a

Descrizione Elemento: I resti di una creatura bipede ricoperta di pelliccia e alta 3 metri. La fisionomia del soggetto era simile a quella di alcuni membri della famiglia degli ominidi; tuttavia, a detta dello stesso, tale aspetto è stato ottenuto artificialmente tramite l'utilizzo di un artefatto anomalo. I resti sono estremamente danneggiati e presentano bruciature sulla quasi totalità delle superfici interne del corpo. La pelle della creatura è estremamente resistente ed è conseguentemente rimasta per lo più intatta.
Data del Recupero: 12/12/19
Luogo del Recupero: Area-33
Stato Attuale: Conservato in una cassa per resti organici standard al Sito Cerere.
Note: Per maggiori informazioni, vedasi Incidente Tau-38.

Descrizione Elemento: Un gamepad da gioco prodotto dalla ███ Inc., cablato (lunghezza cavo: 2,5 metri). Quando utilizzato per giocare a videogame sparatutto, di caccia o di qualsiasi altra tipologia che coinvolga l'uccisione di esseri umani o animali, esso smette di funzionare dopo qualche minuto. Tentare di ricollegare il gamepad causerà il crash generale del gioco avviato precedentemente o di qualunque altro gioco non conforme a quanto descritto sopra. Un terzo tentativo di giocare a tali giochi causerà il crash generale del dispositivo utilizzato per il gioco. Proseguire ulteriormente non dimostra alcun effetto anomalo aggiuntivo, salvo il ripetersi degli effetti già descritti.
Data del recupero: 28/08/2019
Luogo del Recupero: ██ █████, Bologna, azienda di assistenza tecnica.
Stato attuale: Stoccaggio Elementi Anomali B1 del Sito Vulcano.
Note: L'azienda ci ha detto che era un articolo restituito più e più volte dai compratori, ma non sono riusciti a dirci di più sull'origine. In fase di test, solo un individuo, precedentemente appassionato dei giochi "proibiti" dall'Elemento, ha dichiarato di sentirsi meglio dopo aver sperimentato gli effetti anomali, nonostante essi abbiano compromesso l'intero sistema operativo del suo computer personale.

Descrizione Elemento: Una moka marca [REDATTO] per quattro persone. Riempito il filtro con del caffè e posta sul fuoco, essa inizia a produrre, a partire dal filtro superiore, suoni di vari strumenti musicali, e si sentirà una voce cantare. Le canzoni appartengono al repertorio del soprano Yma Sumac, la quale è anche la voce cantante. La musica prodotta causa, in chi ascolta, un intenso bisogno di ballare a tempo con essa. Se si utilizza un altro prodotto macinato al posto del caffè, come l'orzo, la moka non produrrà alcun suono anomalo.
Data del Recupero: 01/11/2008
Luogo del recupero: Bar ██████, Zero Branco (Treviso).
Stato attuale: Reparto stoccaggio elementi anomali 17, Sito Vesta
Note: Allo stato attuale, dai test abbiamo constatato che le canzoni riprodotte dalla caffettiera finora sono: Taki rari, Gopher Mambo, Goomba Bomba, Cha Cha Gitano e Malambo No. 1. La diversità delle canzoni, di durata e tempi vari, dipende dalla regolazione del gas con cui la moka viene scaldata.

Descrizione Elemento: Uno specchio da parete di forma ovale (50 cm × 70 cm). L'immagine riflessa non presenta la simmetria assiale tipica delle superfici riflettenti, risultando quindi "invertita" rispetto a quella di uno specchio normale.
Data del Recupero: 20/02/2002
Luogo del Recupero: Bagno dell'area di servizio ████ █████, Autostrada A1
Stato Attuale: Reparto di stoccaggio elementi anomali 11, Sito Vesta
Note: L'analisi dei materiali non è riuscita a spiegare le proprietà ottiche dell'elemento. Un lieve sentimento d'inquietudine, unito all'errata convinzione di "essere osservati", è stato riferito da circa 1/3 dei soggetti specchiatisi per periodi di durata superiore a 10 minuti.4

Descrizione Elemento: Un fiasco di vino rosso varietà Marzemino5, che una volta svuotato torna a riempirsi in 5 minuti. La bevanda, anziché instillare ebbrezza in chi la consuma, rende il soggetto più sicuro di sé, spingendolo a tentare approcci sessuali con chiunque gli sia vicino, indipendentemente dall'orientamento sessuale. L'effetto termina circa 6 ore dopo l'assunzione.
Data del Recupero: 05/12/2011
Luogo del Recupero: Cantine Principi [REDATTO], Azzano Decimo (Pordenone).
Stato Attuale: Cassaforte numero 12 del Sito Minerva, conservato a temperatura ambiente.
Note: Gli effetti della bevanda sono stati sperimentati dall'agente Mario Sandrelli; tuttavia, dopo aver tentato di sedurre in maniera particolarmente spinta l'agente Eugenia Manchi, è stato ricoverato per un lieve trauma testicolare. Fortunatamente, si è ripreso nel giro di una giornata.

Descrizione Elemento: Una copia de "Il Mar delle Blatte" dello scrittore Tommaso Landolfi, edita nel 1975 da [REDATTO]. Quando il libro viene aperto, a partire da qualsiasi pagina, emergeranno un numero imprecisato d'esemplari di Blattella germanica, rendendo impossibile a chiunque la lettura del testo. Per fermare la continua comparsa degli insetti, è sufficente chiudere le pagine del libro. Come confermato dalle analisi su alcune istanze fuoriuscite, esse non presentano alcun tipo di anomalia rispetto ad esemplari della stessa specie.
Data del Recupero: 08/07/2009
Luogo del Recupero: Fiera del libro di Bologna, Piazza XX Settembre.
Stato Attuale: Conservato in armadio di sicurezza ermetico presso il Sito Vesta; resti organici di alcune istanze conservate in alcune provette presso il Sito Cerere.
Note: Ogni volta che il libro viene aperto, pare che il numero di esemplari uscenti diminuisca: tuttavia, sembra che la quantità si rinnovi ad ogni rivoluzione lunare. La correlazione tra le due occorrenze è ancora allo studio.

Descrizione Elemento: Un lotto di gelati commerciali "Cucciolone" prodotto dalla [REDATTO] che teletrasportano qualunque essere vivente che ne ingerisca per via orale la parte centrale, al gusto cioccolato. I soggetti sono teletrasportati in un punto geografico casuale dell'Italia, purché la destinazione si trovi in uno spazio aperto.
Data del Recupero: 10/05/1996
Luogo del Recupero: Camion abbandonato in una piazzola di sosta sulla A13 Bologna-Padova
Stato Attuale: Reparto stoccaggio elementi anomali 23, Sito Vesta
Note: Si invita caldamente il personale a cessare le attività di scommessa riguardo alla regione in cui verranno teletrasportati. Le spese di viaggio non verranno più rimborsate dalla Fondazione.

Descrizione Elemento: Il portellone posteriore di un veicolo per il trasporto truppe |VCC-1 Camillino. La proprietà anomala riscontrata risulta essere la completa resistenza. Ciò è stato ampiamente confermato dai test svolti, a seguito dei quali si fanno presente i seguenti punti: (1) la qualità anomala non verrà trasferita al veicolo su cui è posto (2) il portellone presenta una massa di 66 kg superiore alla norma, che può rendere l'apertura difficoltosa.6
Data del Recupero: 10/02/████
Luogo del Recupero: [REDATTO]
Stato Attuale: In fase di studio In dotazione alla SSM-III.
Note: L'oggetto fu scoperto durante un'esercitazione del 1º Reggimento "San Marco" avvenuta in data 5/02/████. Durante la suddetta esercitazione un colpo di mortaio sparato da un mortaio Thomson 120-R colpì erroneamente il veicolo (su cui era montato l'oggetto) nella parte posteriore. A seguito dell'esplosione si scopri che nel punto d'impatto del colpo non si era verificato alcun danno, e a seguito di quest'evento alcuni agenti della SIR-II presenti all'esercitazione segnalarono il veicolo alla Fondazione.

Descrizione Elemento: Tutti i soggetti che hanno visionato l'Elemento durante i test lo hanno descritto come un quadrato avente un angolo acuto. Questo è riportato sulla facciata di un foglio protocollo a quadretti 5×5 mm.
Data del Recupero: ██/██/20██
Luogo del Recupero: Liceo █.████████; Roma
Stato Attuale: Reparto di stoccaggio elementi anomali 55, Sito Vesta
Note: A causa dell'inspiegabile natura dell'Elemento, ogni soggetto che non riesce a comprendere la figura entra in stato catatonico permanente pochi secondi dopo la visualizzazione.

Descrizione Elemento: Una pistola Colt M1911 perfettamente funzionante, che emana un intenso aroma di mirtillo ogni volta che viene premuto il grilletto.
Data del Recupero: 11/03/1977
Luogo del Recupero: Effetti personali del deceduto Antonio Caccia, Palmori (FG)
Stato Attuale: Reparto Stoccaggio Armi Anomale A2, Sito Vesta
Note: n/a

Descrizione Elemento: Un forno a microonde marca ████; quando l'elemento viene collegato ad una presa di corrente elettrica e viene impostato il programma per riscaldare i cibi, esso automaticamente li raffredda.
Data del Recupero: 10/07/201█
Luogo del Recupero: Caffetteria della scuola superiore [REDATTO], Mantova, Lombardia.
Stato Attuale: Sito Minerva.
Note: A seguito di ulteriori test, il DRS (Divisione Ristorazione e Servizi) ne ha approvato l'utilizzo presso la caffetteria del Sito Minerva.

Descrizione Elemento: Una statuetta alta 30 cm, realizzata in giada, raffigurante un essere umano seduto in posizione meditativa. L'aspetto dell'uomo ricorda per alcuni versi quello canonicamente associato a Gesù Cristo e quello del Buddha, al secolo Siddharta Gautama. Quando un qualsiasi strumento musicale produce un suono in un raggio di 10 m dall'elemento, esso emetterà un lieve bagliore, in ogni caso sempre della stessa intensità consultare le Note per aggiornamenti.
Data del Recupero: 07/07/1946
Luogo del Recupero: Macerie del Sito Serenissima, provincia di Venezia.
Stato Attuale: Sito Plutone, zona di stoccaggio reperti archeologici anomali.
Note: Dagli esperimenti condotti, in un solo caso il bagliore dell'elemento è cambiato, sia per intensità che per colore: vedasi la Documentazione allegata.

Descrizione Elemento: Una massa informe di materiale organico composta da organi e tessuti di una specie animale non identificata. L'agglomerato è capace una volta al giorno, tra le ore 02:00 e 03:00, di lasciare la propria posizione e apparire altrove. Nello specifico, la massa riapparirà sempre nelle vicinanze, ma al di fuori del campo visivo, del dott. Giulio Bicini7.
Data del Recupero: 15/08/17 (Prima Manifestazione)
Luogo del Recupero: Sito Cerere (Prima Manifestazione)
Stato Attuale: Posizione variabile, il dott. Bicini è incaricato di riportare qualsiasi cambiamento nel comportamento dell’elemento.
Note: Al dott. Bicini è vietato trovarsi in pubblico o in presenza di personale esterno alla Fondazione nelle ore interessate dall’anomalia. In caso il dott. Bicini richieda, con motivazione, alla direzione del Sito Cerere il permesso di ignorare questa restrizione, la SIR-I è incaricata di prendere le adeguate precauzioni.

Descrizione Elemento: Un tritadocumenti a lame incrociate marca Olivetti di classe 3 P68, in stato di inceppamento e inservibile allo scopo originale. Qualora venisse inserito nel vano di raccolta della tritatura un frammento di superficie ≥ 8,5 mm² proveniente da un qualsiasi documento cartaceo, l'apparecchio si attiverà, espellendo dalla bocca d'alimentazione uno o più fogli di carta di mais dattiloscritti, contenenti una rielaborazione parafrasata del documento da cui il frammento cartaceo proviene, nella rispettiva lingua originale.
Data del Recupero: 10/05/1977
Luogo del Recupero: Magazzino giudiziario sotto la giurisdizione del tribunale di Bologna, sez. procedure fallimentari.
Stato Attuale: In custodia della Fondazione presso il sito Vesta. Regolarmente9 impiegato nelle attività10 di SIR, SSA e SAM.
Note: Ad oggi, la causa dello stato di inceppamento del macchinario non è stata ancora determinata. Il disassemblaggio e riassemblaggio completo del macchinario non hanno evidenziato alcun difetto meccanico. La riproduzione e assemblaggio fedele dei componenti sono risultate in un tritacarte normalmente funzionante.

Descrizione Elemento: Una penna a sfera capace di agire come una macchina per tatuaggi. A seguito del recupero del primo elemento sono stati identificati altri ██ esemplari dell'oggetto.
Data del Recupero: Primo oggetto recuperato il 10/02/2005.
Luogo del Recupero: Sito Deus.
Stato Attuale: Armadietto 1035 presso il Sito Iride.
Note: n/a.

Descrizione Elemento: Sei tele da pittura di grandezza e spessore diversi. Se posizionate vicino a un soggetto dormiente aumenteranno la sua attività neurale durante la fase REM; al momento del risveglio questi si sentirà riposato, descrivendo i sogni fatti come rilassanti e felici.
Data di Recupero: 07/07/1982
Luogo di Recupero: Porto di Trieste (TR), su una nave proveniente dalla Croazia.
Stato Attuale: In tre armadietti del Sito Minerva
Note: Molteplici volte, vicino al soggetto addormentato, sono state ritrovate piume di gufo, bottoni, lana di pecora e cenere; alcune ricerche sono state portate avanti per verificare come questi elementi possano essere attributi all’Elemento.

Descrizione Elemento: Una bottiglia di vino rosso priva di alcuna alterazione nei componenti, eccezion fatta per l'etichetta, realizzata in Vantablack11 e priva di alcun logo o scritta commerciale. Analisi della composizione del vino hanno rivelato come quest'ultimo sia identico a quelli commercializzati come "Nero D'Avola".

Quando la bottiglia viene appoggiata su un tavolo in legno, la superficie dello stesso diverrà di colore nero (senza comportare nessun'altra variazione anomala delle proprietà degli oggetti al di fuori della loro colorazione). Questo effetto viene applicato anche a qualsiasi oggetto (tovaglie, posate, ecc.) che si trova o che viene successivamente messo a contatto con il tavolo, eccezion fatta per esseri umani e/o animali.
Data del Recupero: 12/06/2021
Luogo del Recupero: Ristorante Santa Chiara, ██████, Via █████ ██
Stato Attuale: Contenuto nel Reparto Elementi Anomali del Sito Vesta.
Note: n/a

Descrizione elemento: Telaio di una finestra in legno capace di dissuadere chiunque dal guardarci attraverso. Ad ogni tentativo il soggetto si distrae, perde interesse o si ricorda all'improvviso di avere impegni molto urgenti da sbrigare. Subire l'effetto dell'anomalia diverse volte in un breve lasso di tempo eliciterà un grande sentimento di disagio nel soggetto.
Data di recupero: 05/08/1980
Luogo di recupero: Bologna, casa della signora █████ ████████ in via ██████ ██
Stato Attuale: Armadietto di contenimento 47 del Sito Minerva.
Note: La signora ha riferito di essere da sempre stata preda di grandi sentimenti di disagio immotivati e di essersi accorta della finestra soltanto il giorno dopo l'attentato a Bologna. Al di là della finestra c'era un prato piuttosto grande, abbandonato. Dai test è emerso che l'anomalia dell' oggetto appare solo quando esso è perfettamente montato. Si ipotizza che le vibrazioni dell'esplosione alla stazione siano state sufficienti per scardinarlo ed accorgersi di esso.

Descrizione Elemento: Trentadue cartine turistiche della città di Cagliari in scala 1:5000. Qualsiasi individuo osservi la cartina identificherà ogni singolo edificio e strada in essa rappresentata come lo stadio da calcio "Sardegna Arena".
Data del recupero: 02/06/2019
Luogo del recupero: Edicola [REDATTO] in via Is Mirrionis, Cagliari
Stato attuale: Trentuno istanze nell'armadietto 17 del Sito Minerva. Un'istanza affissa al muro della caffetteria del medesimo sito.
Note: In seguito alla rinominazione dello stadio in "Unipol Domus" nel 2021, l'effetto dell'elemento è mutato spontaneamente per rispecchiare il cambio di nome.

Descrizione Elemento: Un globo in plastica colorata, vuoto al suo interno, scala 1:40 milioni e sprovvisto di sostegno, non riconducibile ad alcuna marca nota produttrice di oggetti simili. Se fatto cadere da un'altezza superiore ai 10 cm, dall'elemento proverranno svariate urla per qualche secondo.
Data del Recupero: 16/02/2020
Luogo del Recupero: Cartolibreria Valente, Roma.
Stato Attuale: Armadietto Elementi Anomali 709, Sito Vesta.
Note: N/A

Descrizione Elemento: Una scatola da imballaggio contenente 100 confezioni da 20 candeline aventi aspetto e forma non dissimili da quelle di comuni candeline di compleanno, di colore bianco e con motivi ondulati color acquamarina. Se poste a contatto con dell'acqua, non importa se immota o corrente, esse saranno in grado di convertirne una piccola quantità (circa 3 ml) in una fiamma turchese dal calore compreso tra i 6 e i 12 °C. La sua durata è di un'ora circa, al termine della quale le candeline subiscono un impercettibile ma costante deterioramento che le rende inutilizzabili dopo circa una trentina di impieghi, nonostante il loro aspetto rimanga apparentemente integro.
Data del recupero: 24/10/2019
Luogo del recupero: Zafferana Etnea (provincia di Catania), negozio di Articoli Regalo ██████ ███ ██████
Stato attuale: Reparto stoccaggio elementi anomali 12, Sito Vesta A seguito di utilizzi impropri da parte del personale, gli Elementi sono stati posti in una cassaforte di sicurezza del Sito Vesta12
Note: Sia la scatola che le confezioni non riportano indizi che possano far risalire all'azienda che potrebber aver fabbricato o venduto questi Elementi. Le uniche informazioni riportate nelle confezioni sono le seguenti: "Candele ad Acqua! Per compleanni e altre ricorrenze senza terrore di roghi, ustioni e carbonizzazioni. Immergete la candelina in un recipiente d'acqua, aspettate qualche secondo e poi date inizio al divertimento! Non commestibili. Tenere fuori dalla portata di bambini di età inferiore ai 3 anni".
Aggiornamento: In data 03/02/2021, con 5 voti favorevoli, 3 contrari e 3 astenuti, il Consiglio S5 ha autorizzato l'utilizzo degli Elementi nel quadro di attività ludico-ricreative con anomalie collaborative aventi comportamenti infantili. È stata altresì presa in considerazione la possibilità di stanziare, in un futuro prossimo, ulteriori fondi volti a una maggiore comprensione di essi e di una potenziale replica dei loro effetti con la strumentazione della Fondazione.

Descrizione Elemento: Il cadavere di un uomo caucasico di circa 40 anni recuperato durante l'Operazione Moroni, nel quadro delle azioni di contenimento di SCP-███-IT. L'uomo ha subìto un processo che lo ha portato a essere "trapiantato" in un grosso contenitore simile a un vaso composto da [DATI CANCELLATI], parzialmente similare al tessuto osseo umano, e "nutrito" con una sostanza semiliquida color ruggine13, in un procedimento quasi identico all'innaffiamento delle piante. L'uomo inoltre ha subìto l'espianto di diversi tessuti e organi, utilizzati per preparare, stando alle indagini, piatti a base di "carne tumorale". Nonostante ciò, l'entità non sembrava soffrire eccessivamente di queste sue condizioni, mantenendo persino un buon grado di coscienza nonostante la rimozione di parte del cervello. Tuttavia, l'entità è deceduta undici giorni dopo il recupero da parte della Fondazione, la cui causa è stata determinata in un rapido stato di denutrizione, dovuto all'impossibilità di rifornirlo a sufficienza del nutrimento di cui sembrava necessitare14.
Data del recupero: 11/04/2020
Luogo del recupero: Torino, Ristorante ██████ ██████
Stato attuale: Cella frigorifera 14 dell'Unità di Conservazione Biologica a Lungo Termine del Sito Asclepio
Note: L'esame autoptico ha evidenziato, oltre alla rimozione dell'occhio destro e di ampi tratti di pelle, l'assenza della quasi totalità dell'emisfero cerebrale sinistro, di metà del polmone destro, della milza, del fegato, della tiroide e del rene destro. Inoltre, è stata notata la presenza di ulteriori masse tumorali, in vari gradi di stadiazione, tra cui un glioblastoma nell'emisfero cerebrale destro e un'adenocarcinoma pancreatico, entrambi in stadio avanzato. Infine, l'autopsia ha messo in evidenza la presenza di varie proliferazioni cellulari e tissutali che suggeriscono fosse in atto un principio di rigenerazione degli organi già espiantati.

Descrizione Elemento: Un vaso (pseudo-alabastron) in terracotta alto 25 cm, sigillato da un brandello di cuoio legato intorno al collo da un nerbo o simile laccio di origine animale; sul tronco del vaso è ubicato un marchio circolare di colore nero identificabile come un uroboro, nell'atto tipico di divorare se stesso, dal cui corpo emergono due teste ulteriori rivolte verso l'interno del cerchio formato dalla figura autofaga. Circonda il marchio una linea di caratteri Adytiti che, letti secondo la grammatica e la sintassi dell'Adytita antico, recitano "Võlutaar Nass'rek, braccio indomito dei saggi, fedele nel corpo suo ora e per sempre nei corpi altri". Analisi tramite raggi X rivelano dentro il vaso la presenza di un avambraccio umano dotato di mano esadattila la cui carne pulsa e si increspa ad intervalli regolari e per periodi di tempo regolari.
Data del Recupero: 10/10/2010
Luogo del Recupero: Museo Egizio di Torino, archivio (reperto denunciato in quanto evidentemente non egizio da personale museale)
Stato Attuale: Compartimento di Stoccaggio per Resti Biologici U4 del Sito Cerere
Note: n/a

Descrizione Elemento: Uno scalpello da ferro in materiale simil-legnoso con tagliente lungo 1,5 cm e largo 0,3 cm. Quando impiegato in congiunzione con un qualsiasi martelletto o martello, scava con la medesima efficienza qualsiasi materiale metallico.
Data del Recupero: 21/11/2015
Luogo del Recupero: Bar [RIMOSSO], Gemona del Friuli (consegnato personalmente da individuo ignoto all'agente A. Zandonai, fuori servizio al momento del recupero)
Stato Attuale: Reparto di stoccaggio elementi anomali 8, Sito Vesta
Note: Non è stato condotto alcun test su materiali non metallici. I metalli e leghe sui quali l'elemento è stato testato sono l'acciaio, il ferro, il rame, il bronzo, l'argento, il titanio, una lega titanio-carbonio, una lega titanio-iridio, una lega iridio-carbonio. L'elemento non scalfisce SCP-035-IT.

Descrizione Elemento: Una sedia da gaming di colore blu-nero alta 140 cm. Qualora un soggetto seduto su di essa pronunci le parole "League of Legends" verrà rilasciata una scarica da 40.000 volt a partire dallo schienale, uccidendolo istantaneamente.
La scarica colpirà unicamente il soggetto, senza disperdersi su eventuali corpi a contatto con esso.
Non sembrano esserci discriminanti riguardo la natura del soggetto: l'elemento si è attivato pure con emissioni sonore da apparecchi meccanici.
Data del Recupero: 20/10/2019
Luogo del Recupero: Via Schiavona N°██, Bologna
Stato Attuale: Disperso
Note: L'elemento è stato ritrovato nell'abitazione di V█████ █████, youtuber emergente conosciuto online come ████. V█████ è stato trovato deceduto due ore dopo dal coinquilino, dopo aver attivato accidentalmente l'elemento. La chiamata di soccorso di quest'ultimo è stata intercettata dalla Fondazione. V█████ stava registrando prima del decesso, permettendo alla Fondazione di scoprire le caratteristiche dell'elemento.
Aggiornamento 23/10/2019: L'elemento è andato disperso durante il trasferimento al Sito Vesta, dematerializzandosi non appena il furgone che lo trasportava è entrato all'interno del comune di Roma.

Descrizione Elemento: Alcuni mandarini calabresi. Se dopo avergli tolto la buccia la si avvicinasse a una fonte di calore facendola seccare si potrà udire una strofa della canzone “Mambo Italiano”, cover di Dean Martin. La strofa è: “All you calabresi do the mambo like a crazy with a-“. Questa si ripeterà fintanto che la buccia non si sarà seccata. Oltre alla buccia, il frutto in sé non possiede alcun tipo di anomalia.
Data del Recupero: 16/10/1955
Luogo del Recupero: Un campo di un’azienda agricola in provincia di Catanzaro.
Stato Attuale: Area dedita alla coltivazione di anomalie vegetali del Sito Cerere.
Note: Sono contento che siamo riusciti a coltivare svariate piante di questa anomalia. Almeno un po’ di buona musica allegra verrà portata dentro il Sito Cerere -Dottor. Luigi Foriani.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License